rotate-mobile
Attualità

Crisi idrica, dalla Regione oltre 850 mila euro per l'acquisto e l'installazione di autoclavi

La giunta ha approvato lo stanziamento dei contributi a fondo proposto dal vicepresidente Emanuele Imprudente

Uno stanziamento di 850 mila euro a sostegno dei cittadini abruzzesi per fronteggiare il problema dell'emergenza idrica dando loro un contributo a fondo perduto utile all'acquisto e l'installazione di autoclavi da attuare tramite procedure da ricondurre all'Ersi (Ente regionale servizio idrico). Ad approvarlo la giunta regionale su proposta del vice presidente Emanuele Imprudente.

Si tratta di fondi Fsc (Fondi di sviluppo e coesione) e fa capo alla proposta di legge, sottolinea il capogruppo regionale della Lega Vincenzo D'Incecco, presentata dal gruppo consiliare del Carroccio a dicembre e che “aveva come obiettivo quello di fornire un sostegno immediato ai tanti cittadini che subiscono gravi disagi a causa della carenza d’acqua potabile nelle abitazioni – dichiara -. In attesa che la proposta diventi legge, oggi siamo soddisfatti per questo stanziamento che rappresenta la base di partenza affinché la proposta di legge possa essere approvata con una sostanziosa norma finanziaria per poter usufruire di un contributo una tantum importante e una risposta alla carenza idrica che come ogni estate è pronta a creare disagi al territorio. Un ringraziamento particolare al gruppo consiliare della Lega di Chieti che si è fatta portavoce delle esigenze di un territorio e ha collaborato fattivamente alla stesura della norma e al vice presidente Imprudente che ieri ha permesso che questa delibera fosse approvata”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Crisi idrica, dalla Regione oltre 850 mila euro per l'acquisto e l'installazione di autoclavi

IlPescara è in caricamento