rotate-mobile
Giovedì, 20 Gennaio 2022
Attualità

Coronavirus, nuovo protocollo all'Avis per la donazione del sangue

Il nuovo protocollo prevede "una telefonata iniziale con la quale verranno date tutte le informazioni di eventuale esclusione e procedura per prevenire l’accesso di donatori “a rischio” nei centri di raccolta"

Coronavirus, nuovo protocollo all'Avis per la donazione del sangue. Come infatti si legge in una nota, il Centro Regionale Sangue, in accordo con tutte le associazioni di volontariato del sangue, ha "istituito un protocollo per mettere al sicuro i nostri donatori".

In particolar modo, nella nuova sede dell’Avis di Pescara in piazza Salvo D’Acquisto, vengono rispettate "tutte le norme igienico-sanitarie, rendendo l’ambiente, oltre che confortevole, sicuro per la salute di chi andrà a donare".

Il nuovo protocollo prevede "una telefonata iniziale con la quale verranno date tutte le informazioni di eventuale esclusione e procedura per prevenire l’accesso di donatori “a rischio” nei centri di raccolta". Nel caso di donatore a rischio, "avverrà l’autosospensione e se necessario seguirà un triage telefonico con il medico del centro". Per chi invece potrà tranquillamente donare, ci sarà una gestione controllata degli accessi alla struttura:

  • disinfezione delle mani
  • triage semplificato con misurazione della temperatura corporea
  • distanziamento interpersonale in sala d’attesa
  • donazione
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, nuovo protocollo all'Avis per la donazione del sangue

IlPescara è in caricamento