Giovedì, 21 Ottobre 2021
Attualità Cappelle sul tavo

Coronavirus, a Cappelle sul Tavo scatta la guerra ai trasgressori

Il sindaco Lorenzo Ferri, infatti, dopo aver constatato che sono ancora troppe le persone che si aggirano per il paese, ha deciso di intervenire: "Gli agenti della polizia locale faranno controlli anche in borghese"

Coronavirus, a Cappelle sul Tavo scatta la guerra ai trasgressori. Il sindaco Lorenzo Ferri, infatti, dopo aver constatato che sono ancora troppe le persone che si aggirano per il paese, ha deciso di intervenire:

“Un traffico di persone che, in barba a raccomandazioni, prescrizioni, ordinanze si riversa, da fuori comune, nel nostro picciolo centro per acquisti negli esercizi commerciali che, codici Ateco alla mano, sono autorizzati a stare aperti. Ho dato formali disposizioni perché i nostri agenti della polizia locale controllino, anche in borghese, la provenienza della clientela per scovare anche i “turisti” del commercio”.

Il sindaco, poi, conclude con queste parole:

“Sono intenzionato a far rispettare le regole fino in fondo. È inaccettabile che degli irresponsabili compromettano questi sacrifici ed espongano a rischi gravissimi, persino vitali, gli altri, per ragioni non di assoluta urgenza né di necessità estrema. Non lo consentirò”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, a Cappelle sul Tavo scatta la guerra ai trasgressori

IlPescara è in caricamento