menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sottrae il pitbull al canile dopo averlo abbandonato per tornare in patria

Il cane adesso è stato sequestrato dopo che la polizia municipale è andata a recuperarlo

Un cane, un esemplare di pitbull, è stato posto sotto sequestro oggi, giovedì 29 novembre, dalla polizia municipale di Pescara.
La vicenda risale allo scorso anno quando il proprietario, un cittadino di nazionalità rumena, aveva abbandonato il 4 zampe per tornare in patria, ma una volta rientrato in Italia aveva sottratto l'animale dal canile. 

Il pitbull scomparso l'anno passato dal canile, dove era stato ricoverato dopo l'abbandono, è stato così recuperato dal dal nucleo Ambiente con il coordinamento del maggiore Donatella Di Persio.

Questa la ricostruzione della vicenda fatta dall'assessore alla polizia municipale, Gianni Teodoro:

«Lo scorso anno il cane venne abbandonato e dal microchip è stato accertato il proprietario si tratta di un rumeno che era ripartito per il suo Paese e aveva lasciato l’animale incustodito. Per l’abbandono gli agenti intervenuti hanno provveduto all’epoca a denunciare l’uomo, come prescrive la legge e a tutelare l’animale accogliendolo nel canile. Ma la storia non è finita qui, perché di recente, una volta tornato in Italia l’uomo è andato al canile a reclamare il suo cane, che ovviamente non gli è stato riconsegnato. Dopo 10 giorni da questa richiesta il pittbull è sparito e la Lega del Cane ha sporto denuncia che ci è stata trasmessa dalla Municipale nei giorni scorsi. Proprio durante la notifica della denuncia al proprietario abbiamo trovato il cane nell’abitazione di lui, sulla Tiburtina e si è proceduto a prelevare nuovamente l’animale, posto oggi sotto sequestro».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento