menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

In Abruzzo sono 1572 i casi pediatrici di Covid, solo 16 i ricoveri

A scattare la fotografica del contagio da Coronavirus fra i bambini è la pediatra Nadia Rossi della clinica pediatrica dell'università di Chieti

Solo 16 bambini in Abruzzo sono stati ricoverati in ospedale a fronte di 1572 contagi dall'inizio della pandemia di Covid. Lo ha fatto sapere la pediatra Nadia Rossi, della clinica pediatrica dell'università D'Annunzio di Pescara che è intervenuta nel congresso straordinario digitale della Societa' italiana di pediatria (Sip)

Dei casi totali, il 54% ha interessato la fascia 11 - 17 anni. Solo l'1% dei pazienti dunque è finito in ospedale con ricoveri di durata inferiore alla settimana.

La maggior parte dei casi sono stati registrati all'Aquila (180), seguita da Pescara (91), Teramo (71) e Montesilvano (59). Il 54% (849 casi) dei bambini e ragazzi contagiati era di sesso maschile. Nella fascia dai 6 ai10 anni i contagi sono il 27,7% mentre in quella da 1 a 5 anni con il 15,4% e la fascia 0-12 mesi con il 2,8%. L'età media dei bambini ed adolescenti positivi al Covid in Abruzzo è di 10,5 anni.

Alcuni casi sono stati osservati gia' nella prima fase ma il picco si e' registrato a ottobre. Nel primo periodo bambini si contagiavano soprattutto in ambito familiare. Nella seconda fase, oltre che in famiglia, anche a scuola o in viaggi per le vacanze o di rientro dalle stesse. Pochi casi sono risultati positivi dopo aver frequentato centri sportivi o aver partecipato a feste. Trascurabile il numero complessivo di casi legati a centri di accoglienza o di riabilitazione o agli ospedali

Quasi tutti bambini erano seguiti a domiciliro tramite Usca e medici di base, con il 69% di asintomatici, 22% paucisintomatici e il 9% con sintomi lievi come febbre/febbricola, dolore alla faringe, anosmia, dolori muscolari, rinite, rash cutaneo, stanchezza, mal di testa, dolori addominali, diarrea. I 16 bambini ospedalizzati erano quasi tutti sotto i 3 anni ed avevano ifficolta' respiratorie (43,75%) e febbre (43,75%). Cinque dei 16 pazienti ospedalizzati ha presentato un quadro moderato con interessamento polmonare e uno solo ha avuto bisogno di ossigenoterapia.

In Abruzzo si e' lavorato molto con il percorso scuola, con la prevenzione sul territorio, con la richiesta di tamponi con priorita' per gli alunni grazie alle postazioni drive in e a progetti che riguardano le Usca pediatriche

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento