Lunedì, 15 Luglio 2024
Attualità

Un anno senza Paolo Giordano, la proposta: "Conferiamogli un riconoscimento"

L'idea è stata lanciata da Francesco Altobelli, dentista e produttore discografico nonchè allievo e, successivamente, amico personale del chitarrista pescarese, scomparso il 29 dicembre 2021

Un anno fa, proprio in queste ore, si stava diffondendo sempre più insistentemente la voce che tutti, nel loro cuore, si auguravano non fosse vera: "Paolo Giordano ci ha lasciato". Purtroppo alla fine arrivò la conferma: il chitarrista pescarese, maestro del fingerpicking, era effettivamente scomparso. Aveva soltanto 59 anni.

Fu praticamente unanime il cordoglio da parte del mondo della musica: Biagio Antonacci, con cui Paolo aveva collaborato nel 1996, lo definì "uomo umile, di talento sincero", mentre Massimo Varini lo ricordò come "un bravo musicista e persona gentile, umile e riservata". Lo scorso 15 dicembre all'Auditorium Flaiano si è tenuto l'evento benefico "Remembering Paolo", al quale hanno partecipato diversi colleghi di Giordano, ma c'è chi chiede di fare ancora di più per mantenere viva la memoria di questo grande artista.

È il caso di Francesco Altobelli, dentista e produttore discografico nonchè allievo e, successivamente, amico personale di Paolo Giordano, che a IlPescara.it dice: "Per me è ancora difficile accettare che Paolo non ci sia più. Era un musicista straordinario ma ancor di più una persona speciale. Tra di noi, oltre al rapporto professionale, c’era una profonda amicizia: non dimenticherò mai la sua vicinanza in un momento molto difficile per la mia famiglia. Rinnovo a distanza di un anno il mio appello all’amministrazione attuale per conferire un riconoscimento a uno dei più grandi musicisti che Pescara abbia mai avuto: è il minimo che si possa fare".

Altobelli, al riguardo, ha già un'idea da lanciare al sindaco Carlo Masci: "Propongo di creare o individuare un luogo già esistente della città, per esempio la fontana musicale appena inaugurata in piazza Salotto, per inserire una targa commemorativa di artisti pescaresi che hanno contribuito alla crescita culturale della nostra città. Ovviamente tra i nomi non potrebbe mancare quello di Paolo".

Il consigliere Berardino Fiorilli avrebbe già espresso il suo apprezzamento al riguardo, e della questione verrà presto interessata anche la giunta comunale per studiare la miglior soluzione possibile, in modo tale da poter onorare un grande personaggio quale Paolo Giordano è stato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un anno senza Paolo Giordano, la proposta: "Conferiamogli un riconoscimento"
IlPescara è in caricamento