rotate-mobile
Venerdì, 12 Agosto 2022

VIDEO | La guardia di finanza festeggia i 248 anni dalla nascita, il comandante Caputo: "Sempre al fianco dei cittadini"

Sulla banchina sud le celebrazioni alla presenza della massime autorità civili e militari, consegnati i riconoscimenti morali ai militari che si sono distinti in azione e per dedizione

Era il 1174 quando in Italia nasceva la Legione truppe leggere, oggi Guardia di finanza, il primo gruppo istituito per la vigilanza finanziaria ai confini oltre che per la difesa militare. Oggi “è fondamentale richiamare le nostre origini: la nostra storia è la nostra memoria e racconta ciò che siamo e vogliamo essere ogni giorno: un corpo speciale di polizia che lavora quotidianamente per garantire livelli sempre più elevati di sicurezza economica e finanziaria. Un impegno portato avanti al fianco della magistratura e della prefettura in collaborazione con le altre forze i polizia e le istituzioni e con gli organi di informazione che portano a conoscenza della società civile il nostro operato. Il nostro obiettivo servire paese, è la tutela dei cittadini e degli operatori economici che rispettano le regole per affermare i valori della legalità e l'equità: è vitale per la repubblica, per la coesione sociale e per la nostra prosperità”.

Con queste parole il comandante provinciale della gdf Antonio Caputo ha aperto il suo discorso in occasione delle celebrazioni del 248esimo anniversario dalla nascita del corpo svoltesi sulla banchina sud del porto di Pescara. Festeggiamenti tornati a svolgersi a Pescara, come in tutto il Paese, dopo i due anni di pandemia. Presenti le massime autorità civili e militari e cominciare dal procuratore capo Giuseppe Bellelli, il prefetto Giancarlo Di Vincenzo il sindaco Carlo Masci e il vicesindaco Gianni Santilli. Nel corso della mattinata sono stati anche mostrati ai presenti i mezzi navali e aerei in dotazione alle fiamme gialle pescaresi, tra cui l’elicottero AW139 e la vedetta veloce serie 800.

La cerimonia per i 248 anni dalla nascita della guardia di finanza

Schierate tutte le componenti della guardia di finanza che operano nel capoluogo adriatico e nella provincia, compresi i cosiddetti “baschi verdi” che svolgono “un ruolo fondamentale per garantire sicurezza a 360 gradi della città e la provincia di Pescara contro le manifestazioni di illegalità più evidenti e pericolose”, ha sottolineato Caputo. Presenti anche le unità cinofile specializzate nel contrasto alla droga, la falsificazione monetaria e il contrabbando, nonché i militari del comando provinciale e del reparto operativo aeronavale della locale sezione dell'asscoazione nazionale finanzieri d'Italia: “uomini e donne – ha aggiunto il comandante - che solcano mari e cielo e che grazie alle tecnologie più evolute ci permettono di assicurare un presidio territorio in tute le sue dimensioni e da tutte le prospettive”.

Non casuale dunque neanche la scelta del porto per le celebrazioni. “Questo è uno snodo vitale per l'economia, ma anche un'opportunità per i traffici illeciti che contaminano il tessuto sano della provincia soffocando la libera concorrenza”, ha detto ancora Caputo. “Le fiamme gialle pescaresi, facendo leva sulla loro dedizione e professionalità, hanno assicurato in questo ultimo anno e mezzo una risposta efficace per contrastare fenomeni illeciti sempre nuovi e in continua evoluzione”. Tra questi, ha tenuto a sottolineare, la tutela della spesa pubblica tramite la repressione del drenaggio dei fondi pubblici utilizzati in modo illegale e la tutela del risparmio dei cittadini “in un periodo in cui l'inflazione galoppa e le difficoltà aumentano”, ha detto ancora. “Per questo siamo già in campo a rafforzare i controlli contro le speculazioni nel settore carburante, quello dell'agroalimentare e quello finanziario che spesso travalicano i confini nazionali. Facciamo e faremo sempre più ricorso , agli strumenti di cooperazione internazionale contro la frode fiscale e il riciclaggio. Ringrazio ancora una volta – ha concluso Caputo – i finanzieri per il quotidiano impegno personale e professionale e le nostre famiglie che ci sostengono, consapevoli che il successo non è mai definitivo e il fallimento mai fatale, è il coraggio di continuare che conta”.

La cerimonia si è conclusa con le ricompense di carattere morale ai finanzieri che si sono particolarmente contraddistinti per impegno e professionalità nel lavoro svolto più di recente sul territorio, a tutela della collettività ovvero:

  • Encomio solenne ai militari in forza alla sezione informativa del comando provinciale, il premio è stato ritirato dal comandante Antonio Caputo e consegnato dal prefetto di Pescara Giancarlo di Vincenzo. Un riconoscimento dato in relazione alle complesse indagini che portarono allo svelamenti di un sistema fraudolento nel commercio carburanti svolto a livello nazionale tra dicembre 2014 e novembre 2020.
  • Encomio semplice al maresciallo Tommaso Resta, agli appuntati scelti qualifica speciale Atpi Morris Di Lapio e Pierluigi Orlando; il premio è stato ritirato dal luogotenente Antonio Liberati e consegnato dal procuratore capo della procura di Pescara Giuseppe Bellelli e attribuito per l'arresto compiuto in flagranza di reato il 17 gennaio 2021 quando fermarono due uomini con l'accusa di rapina aggravata che avevano ferito gravemente il titolare e un dipendente dell'attività commerciale che avevano derubato.
  • Elogio ai luogotenenti Francesco Simone Simone e Ruggero Accocciaiocco e all'appuntato qualifica speciale Nello Taccone, il premio è stato consegnato dal sindaco Carlo Masci e attributi per le loro spiccate doti morali e la solerzia per cui si sono dimostrati validissimi collaboratori dei loro superiori.
  • Encomio semplice al maresciallo semplice operatore di sistema di bordo Nicola Attanasio, a consegnare il riconoscimento è stato il comandante Antonio Caputo e conferitogli per il ruolo avuto in una importante e complessa operazione inerente i rifiuti che portò al sequestro di oltre 250 tonnellate di rifiuti speciali e il deferimento di 5 per condotte penalmente rilevanti per gestione trasporto e smaltimento rifiuti. Operazione svoltasi all'Aquila tra agosto 2021 e aprile 2021.
  • Elogio al maresciallo capo Manuel Salvatori consegnato dal comandante del Roan (Reparto operativo aeronavale) Donato Antresini, per aver dimostrato un altissimo senso del dovere ancor più durante il periodo dell'emergenza covid

Copyright 2022 Citynews

Si parla di

Video popolari

VIDEO | La guardia di finanza festeggia i 248 anni dalla nascita, il comandante Caputo: "Sempre al fianco dei cittadini"

IlPescara è in caricamento