Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

VIDEO | Il comitato per l'ordine e la sicurezza pubblica: "I controlli a Rancitelli non sono finiti, andranno avanti"

Questo il chiaro messaggio che lancia il prefetto Giancarlo Di Vincenzo insieme ai componenti del comitato per l'ordine e la sicurezza pubblica

 

I controlli eseguiti negli ultimi giorni nella zona del Ferro di Cavallo nel rione Rancitelli a Pescara non sono terminati ma andranno avanti anche nel prossimo futuro.
Questo il chiaro messaggio che lancia il prefetto Giancarlo Di Vincenzo insieme ai componenti del comitato per l'ordine e la sicurezza pubblica.

Con il prefetto, il sindaco Carlo Masci, il presidente della Provincia, Antonio Zaffiri, i comandanti provinciali di guardia di finanza e carabinieri, Vincenzo Grisorio ed Eduardo Gambardella, il questore Francesco Misiti e il comandante della polizia municipale, Danilo Palestini.

Snocciolati anche i numeri relativi al bilancio dei vari blitz delle forze dell'ordine eseguiti nell'ultima settimana:

  • 345 persone identificate;
  • 263 veicoli controllati;
  • 10 esercizi dedicati a giochi e scommesse sottoposti a verifica;
  • 7 persone denunciate;
  • 100 grammi di cocaina, 14,7 grammi di cocaina e 6 grammi di marijuana sequestrati;
  • 11 violazioni del codice della strada;
  • 3 persone segnalate per l'articolo 75 Tuss (testo unico sostanze stupefacenti);
  • 0 persone arrestate.

«Mando un messaggio di forte vicinanza ai residenti di Rancitelli», dice il prefetto Di Vincenzo, «lo Stato è presente e la sinergia interforze funziona. I controlli continueranno, di certo non si interromperanno qui. Sarà il Comitato per l'ordine e la sicurezza pubblica».
Il sindaco Masci aggiunge: «Ringrazio il Comitato e la sinergia tra le varie forze dell'ordine. Un gruppo di lavoro coeso che riesce a ottenere risultati. Questa è una città tranquilla nella quale si vive bene, al di là delle polemiche. Su Rancitelli abbiamo acceso un faro per incidere sul tessuto sociale. Dobbiamo garantire la sicurezza dei cittadini per bene che sono la maggioranza. Andremo in breve tempo a eseguire una riqualificazione totale del rione partendo dall'abbattimento di quegli edifici che sono simbolo della criminalità. Le forze dell'ordine ci sono sempre. Per le telecamere di videosorveglianza abbiamo chiuso la gara e senza eventuali ricorsi a giugno 2021 avremo la copertura di 360 luoghi sensibili. Ci sono gli 11 milioni di euro per l'abbattimento dei palazzi di via Lago di Borgiano da assegnare all'Ater. Su quelle aree verranno realizzati spazi pubblici con 2 milioni destinati al Comune. Per i palazzi Clerico si sta definendo la procedura che dovrebbe finire entro fine anno e tra dicembre e gennaio dovrebbero essere abbattuti quei fabbricati. L'idea è quella di demolire tutto il Ferro di Cavallo per poi sistemare coloro che hanno diritto all'alloggio».
«L'obiettivo di questo tavolo è ricostituire la legalità. C'è coesione e unità di intenti», dichiara Zaffiri. «Sono soddisfatto di questi risultati, c'è in atto un'attività capillare e forte e Pescara non è solo Rancitelli», conclude il questore Misiti.

Copyright 2020 Citynews

Potrebbe Interessarti

Torna su
IlPescara è in caricamento