rotate-mobile

VIDEO | Masci sulla decisione di trasferire i Premi Flaiano: "Un'offesa alla città, i pescaresi non lo meritano"

Il sindaco chiede alla presidente Tiboni di rivedere la sua decisione che reputa "inaccettabile" o alla premiazione lui non ci sarà seppur "con dispiacere. Ho fatto fare un report: i finanziamenti maggiori sono arrivati dalle amministrazioni di centrodestra".

“Inaccettabile” anche solo l'idea che i Premi Flaiano lascino Pescara. Il sindaco Carlo Masci prende una posizione chiara dopo la posizione presa dalla presidente Tiboni a seguito della polemica scoppiata a causa dei lavori avviati sulle gradinate del teatro d'Annunzio nei giorni del Flaiano Film Festival. Quella che doveva essere la festa per i 50 anni dei Premi internazionali sembra essersi trasformata in una vera e propria guerra tra Fondazione, Comune ed Ente manifestazioni pescaresi con la prima che ha annunciato la decisione di portare il Premio in un'altra città.

L'ufficialità arriverà domenica e il sindaco che si dice “indignato” per una decisione che “i pescaresi non meritano”, auspica un ripensamento e i motivi li spiega a IlPescara.

“Credo che oggi dobbiamo riflettere su quello che sta succedendo perché il Comune di Pescara ha finanziato i Premi Flaiano con una somma importante e la presidente Tiboni parla di condizionamenti politici. Mi piacerebbe sapere quali sono perché sarò al suo fianco nel combattere contro i condizionamenti politici”, afferma Masci.

“Poi credo – incalza – che nessuno, neanche la Fondazione Flaiano, possa pensare di spostare i Premi da un'altra parte perché Flaiano è un patrimonio di Pescara e il premio è un patrimonio di Pescara. Il Comune negli anni lo ha sempre finanziato e devo dire – aggiunge riferendo di essersi fatto fare un report - che quelli maggiori sono stati ottenuti con le amministrazioni di centrodestra perché crediamo fortemente nella cultura, in Flaiano in d'Annunzio e in tutti i personaggi della nostra città e vogliamo valorizzarli”.

I numeri li pubblica sul suo profilo social. Numeri da cui emerge come solo sotto la sua amministrazione al Flaiano siano andati finanziamenti complessivi per 188mila euro compreso il periodo pre-covid “rispetto ai 120mila euro dell'amministrazione Alessandrini. Sono sempre aperto a qualsiasi ulteriore precisazione, ma non accetterò più accuse che fanno male alla città”, scrive. Oltre a questo Masci ricorda anche di aver tagliato dell'dell'85 per cento la Tari alle associazioni comprese quelle sportive e culturali.

L'annuncio del trasferimento lo ha quindi lasciato “sorpreso, interdetto sconcertato e anche indignato. Mi auguro – conclude il sindaco parlando a IlPescara - che in questi giorno la fondazione ritiri questa posizione perché i cittadini di Pescara non la meritano e non c'è motivo perché debba avvenire o sarò costretto a non andare alla serata delle premiazioni. Mi dispiacerebbe molto, ma mantenere questa posizione sarebbe un'offesa alla città e non accettabile da nessuno”.

Il report sui finanziamenti ai Premi Flaiano pubblicato dal sindaco Carlo Masci sulla sua pagina Facebook

Copyright 2023 Citynews

Video popolari

IlPescara è in caricamento