rotate-mobile

VIDEO | No green pass, il bilancio della 2 giorni di manifestazioni: "Situazione sempre più simile a quella cinese"

Il responsabile del comitato abruzzese, Nico Liberati, si esprime al termine delle manifestazioni che hanno interessato Pescara nel fine settimana. "La situazione italiana sta diventando sempre più simile a quella cinese. Non ci stanno raccontando tutta la verità, per capirlo basta informarsi sui mass media internazionali e ci rendiamo conto che questa situazione è fortemente strumentalizzata. Noi protesteremo sempre e sempre di più, lo faremo in maniera civile, pacifica e nel rispetto della legge come nostro costume, ma non ci faremo intimidire dalla Lamorgese"

Il bilancio delle manifestazioni del fine settimana, insieme al responsabile del comitato "No green pass - non toccate i minori" Nico Liberati.
Su due fronti: in piazza Italia davanti alle sedi istituzionali e in piazza Salotto alla presenza di ospiti che hanno parlato alle persone.

Nico Liberati, che non esclude ulteriori forme di proteste anche a livello di sciopero della fame e della sete, annuncia che in ogni caso le proteste civili e pacifiche non si fermeranno.

«La stretta sulle manifestazioni e le decisioni del ministro Lamorgese, non solo non ci fermeranno ma ci motiveranno ulteriormente. Non ci fanno entrare nelle piazze? Nessun problema, protesteremo anche singolarmente, perché è un nostro diritto. Ciò che ci dicono in Italia non corrisponde alla verità, basta leggere e informarsi sulla stampa internazionale ed capirlo. Ormai l'Italia è sempre più simile alla Cina nella gestione del dissenso. I minori? Siamo certi che non li toccheranno, sarebbe davvero troppo grave».

Copyright 2021 Citynews

Sullo stesso argomento

Video popolari

VIDEO | No green pass, il bilancio della 2 giorni di manifestazioni: "Situazione sempre più simile a quella cinese"

IlPescara è in caricamento