Venerdì, 19 Luglio 2024

VIDEO | "Musiche da Oscar" al Flaiano per sostenere l'oncoematologia pediatrica: il volto solidale della polizia locale

Il concerto è stato organizzato dall'istituzione guidata dal comandante Danilo Palestini: l'appuntamento è l'8 aprile con la raccolta fondi che andrà a sostenere l'attività del reparto guidato dal professor Maurio Di Ianni

La polizia locale mostra il suo volto solidale. Quello che sembra un gioco di parole è in realtà una concreta iniziativa promossa dal comandante Danilo Palestini e con cui si vuole dare un sostegno concreto al reparto di oncoematologia pediatrica dell'ospedale con l'obiettivo di organizzare altri eventi e dare tutto il contributo di cui c'è bisogno per sostenerlo nel suo complesso.

Con questo scopo sabato 8 aprile all'auditorium Flaiano (ore 21.30) si terrà il concerto di beneficenza con l'orchestra “Musiche da Oscar”. Un concerto gratuito e aperto alla cittadinanza che di suo buon cuore potrà fare una donazione che andrà al reparto diretto dal professor Mauro Di Ianni. A spiegarlo chiaramente è proprio Palestini che parla di una iniziativa voluta in qualità di “cittadini che vestono la divisa” e che vogliono dare il loro contributo per migliorare il sistema sanitario della città. “Siamo pronti a sposare qualsiasi iniziativa – ha sottolineato – dal volontariato alla partecipazione per essere coprotagonisti di questa crescita. Lo abbiamo fatto con il covid, lo facciamo e lo faremo anche con altro”.

Se il sindaco Carlo Masci si dice fiero e orgoglioso non solo del concerto organizzato, ma anche della sensibilità che i pescaresi dimostrano ogni qualvolta la solidarietà è protagonista, il professor Di Ianni ha sottolineato l'importanza del reparto dove 25 medici “ogni giorno lavorano al servizio dei pazienti gioendo di ogni successo per ogni paziente che si riesce a mandare a casa e dove ogni insuccesso è devastante. Alla sconfitta non ci si abitua mai e noi lavoriamo per non averne. Avere vicino la polizia locale, gli enti e le associazioni per noi è importantissimo”.

Cosa si farà con il ricavato del concerto non lo si può ad oggi sapere, tutto dipenderà dalla quanto si riuscirà a raccogliere, ma per chi lavora nel reparto a cominciare da Gabriella D'Agostino coordinatrice infermieristica dell'ematologia e l'oncologia, la speranza è di riuscire ad acquistare una strumentazione utile alla diagnosi o al monitoraggio dei pazienti, ad esempio un ecografo. Se così non fosse di certo la somma raccolta sarà utile a supportare l'attività che medici e infermieri portano avanti con passione ogni singolo giorno per salvare le vite di chi a loro si affida per vincere la propria battaglia.

Un volto diverso quello che la polizia locale intende mostrare alla cittadinanza facendosi parte attiva della macchina della solidarietà, sottolinea ancora Palestini. “Non un volto nuovo, ma diverso che la polizia locale ha e che probabilmente non è conosciuto. Siamo abituati ad essere percepiti come uno strumento di repressione, un'antipatica presenza che ci ricorda i nostri errori e ci sottolinea le nostre mancanze. Siamo un po' i bacchettoni delle inadempienze dei cittadini. Non è così. Noi siamo quelli che, penso io ed è nelle intenzioni del legislatore, devono essere lo strumento per andare incontro alla cittadinanza”.

Un concerto non solo bello quello che alle 21.30 dell'8 aprile andrà in scena all'Auditorium Flaiano, ma che vedrà protagonisti musicisti di fama internazionale che proprio quelle musiche da Oscar, a cominciare dalle colonne sonore de “La vita è bella”, “Il Postino” e “Nuovo cinema paradiso”. A eseguirle saranno Adriano Iannucci, tromba e flicorno che tra le sue collaborazioni vanta quelle con il Maestro Claudio Abbado e il Maestro Ennio Morricone e che si è esibito in teatri come il Carnegie di New York e la Kioto Hall di Tokyo; il sassofonista Alex Di Rocco che ha collaborato con artisti del calibro di Lino Patruno e Fabrizio Bosso; Claudio Marzolo al contrabbasso e il basso elettrico che ha incontrato nel suo percorso altri grandi personaggi come Alda Merini, Lina Wertmuller e Horacio Ferrer; Davide Ciarallo alle percussioni e la fisarmonica con nel curriculum anche lui importanti collaborazioni internazionali; il noto batterista de “I Camaleonti£ Massimo Di Rocco che è oggi anche insegnante al conservatorio di Pescara; Gianluca Emerico al pianoforte e alla tastiera che a Pescara ha avviato la sua carreira sotto la guida del Mastro Marco Fumo ed è oggi direttore di coro e insegnante di pianoforte e la soprano Federica Di Rocco che vanta esibizioni in alcuni dei teatri italiani più importanti e la presenza alla Biennale di Venezia.

Copyright 2023 Citynews

Video popolari

IlPescara è in caricamento