menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Mercato, per Antonazzo è sfida con il Livorno. In attacco il sogno è Bruno

Confermato Lucchesi, il primo nodo da sciogliere è quello delle comproprietà di Coletti, Zizzari, Soddimo e Ciofani. Antonazzo potrebbe essere il primo rinforzo. Si tratta per Iunco, ma serve un giocatore alla Bruno

Il Pescara vuole continuare a vincere ed è per questo che la dirigenza è già pronta ad investire sul mercato in vista delle 42 partite di serie B.

Già nel dopo partita con il Verona il patron De Cecco aveva confermato alla stampa l'intenzione di fare un ottimo campionato anche in serie B. "Abbiamo un programma triennale per andare in A, ma non è da escludere che se a dicembre siamo in zona play off non si possano accorciare i tempi - aveva dichiarato un raggiante De Cecco dalla sala stampa ".

NODO COMPROPRIETA' - Sul fronte mercato, dopo la conferma di Fabrizio Lucchesi come Direttore Generale e l'inserimento di Daniele Delli Carri come Direttore Sportivo, la priorità è rivolta alla risoluzione delle tante comproprietà: Coletti (Foggia), Zizzari (Ravenna), Soddimo (Sampdoria), Ciofani (Cisco Roma).

ANTONAZZO - In entrata gli investimenti si faranno in ogni reparto. In difesa servono un esterno di destra e un centrale: secondo alcune indiscrezioni la società biancazzurra avrebbe messo gli occhi su Angelo Antonazzo, ex Modena, Frosinone ed Empoli, di proprietà del Chievo Verona. La società biancazzurra per arrivare al forte esterno, nato a Taranto nel 1981, dovrà battere però la concorrenza del Livorno di Aldo Spinelli.

Per il ruolo di centrale di difesa si cerca un difensore di categoria capace di dare il cambio alla coppia Olivi-Mengoni che tanto bene ha fatto in questa stagione.

IN ATTACCO - A centrocampo urge unn metodista, un giocatore capace di mantenere la bussola nei momenti topici della partita: si parla di Catinali, Luisi, Biso. Per l'attacco, come nella scorsa stagione, è tornato a circolare il nome di Antimo Iunco. Il folletto brindisino però, che quest'anno ha disputato una strepitosa stagione nelle fila del Cittadella di Foscarini, ha le stesse caratteristiche tecniche di Sansovini e Ganci e non servirebbe tanto alla causa di Di Francesco.

Il tecnico pescarese avrebbe bisogno, soprattutto in un campionato fisico come quello di serie B, di un centravanti prestante capace di far salire la squadra e segnare una buona quantità di reti. Salvatore Bruno, arrivato a giugno in scadenza con il Modena, potrebbe essere la soluzione ideale per gli schemi offensivi di Di Francesco.

DOMANI IN COMUNE - Domani intanto la squadra e i dirigenti del Pescara Calcio saranno festeggiati per la promozione in serie B dal Comune di Pescara e dalla Provincia. Il cerimoniale, che si svolgerà presso la Sala consiliare, a partire dalle ore 12:00, è stato fortemente voluto dal Sindaco Albore Mascia e dal Presidente della Provincia Guerino Testa.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento