Calcio

Pescara-Livorno, il recupero: Delfino sogna la A

Il Pescara di Zeman, con il morale alle stelle per il primato in classifica, contro il Livorno farà il possibile per ribaltare il risultato. La gara riprenderà dal 31' del primo tempo sul 2 a 0 per gli amaranto

Ribaltare il risultato per fare un passo, forse decisivo, per la serie A. All'Adriatico torna il Livorno e per i giocatori, seppur nella mente di tutti è ancor fresca la tragica scomparsa di Morosini, c'è la voglia di far  bene perchè i tre punti in questo finale di campionato pesano tantissimo. Il Livorno, che partirà con un bottino di 2 reti a 0, è sicuramente favorito, ma i biancazzurri hanno dimostrato di essere in condizioni super e, sicuramente, faranno di tutto per ribaltare il risultato e guadagnare tre punti fondamentali nella corsa alla serie A.

Nel caso i biancazzurri dovessoro spuntarla sui livornesi e il Toro dovesse battere il Sassuolo, allora per il popolo del Delfino sarebbe serie A grazie anche all'impresa di ieri sera dell'Albinoleffe che ha fermato il Verona sul risultato di 1 a 1. 

Sugli spalti saranno almeno 15000 i tifosi biancazzurri a spingere il Delfino verso l'impresa.

Nei 30' giocati nella giornata del dolore per Morosini il Pescara non aveva certamente brillato e aveva dato la sensazione che, comunque, non sarebbe riuscito a sovverchiare il doppio vantaggio livornese. Oggi, però, la situazione in casa biancazzurra è completamente diversa: Sansovini e soci nelle ultime cinque gare hanno centrato cinque vittorie e messo a segno ben venti reti. In casa amaranto la situazione è diametralmente opposta, il morale è comprensibilmente basso e i 39 punti in classifica sono ancora un bottino che non garantisce la salvezza.

A dirigere la sfida tra Pescara e Livorno sarà Baratta di Salerno, coadiuvato dagli assistenti Ciancaleoni e Gava e dal quarto uomo Pasqua.

FORMAZIONI

Pescara (4-3-3): Anania; Balzano, Romagnoli, Capuano, Bocchetti; Nielsen, Verratti, Cascione; Sansovini, Immobile, Insigne.

Livorno (4-4-2): Bardi; Salviato, Knezevic, Bernardini, Lambrughi; Filkor, Luci, Remedi, Siligardi; Dionisi, Paulinho.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pescara-Livorno, il recupero: Delfino sogna la A

IlPescara è in caricamento