menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pescara-Crotone 4-1 | "Scherzetto" del Delfino alla capolista

Nel giorno della festa di Halloween i biancazzurri affondano e annientano i calabresi che, proprio in virtù di questa sconfitta, perdono la vetta della classifica

Nel giorno della festa di Halloween il Pescara rimedia un bello "scherzetto" al Crotone, affondando e annientando la capolista. All'Adriatico finisce 4-1 e, proprio in virtù di questa sconfitta, i calabresi perdono la vetta della classifica in favore del Cesena, ieri vittorioso contro il Lanciano.

IL MATCH - Oddo, che deve fare a meno di Campagnaro, sceglie di affidarsi nelle retrovie a Fornasier. In avanti, invece, Caprari viene preferito a Cocco. Al 13' i tifosi del Delfino quasi ci credono quando Lapadula "stampa" un'incocciata centrale che però viene facilmente parata da Cordaz. Due minuti più tardi arriva la svolta: Pinzani assegna un calcio di rigore per un tocco di mano di Yao. Dal dischetto va capitan Memushaj: è goal.

I padroni di casa, intelligentemente, non tirano i remi in barca e continuano ad attaccare: al 33' c'è una conclusione debole di Caprari che scivola al momento di tirare, mentre al 39' Lapadula, servito da Memushaj, fulmina in area l'estremo difensore avversario. E' il 2-0. Si va al riposo con questo doppio vantaggio, non prima di aver visto in azione uno strepitoso Fiorillo che al 44' si supera su Budimir.

SECONDO TEMPO - Nella ripresa il Pescara torna in campo ancora più carico: è appena il 2', infatti, quando Lapadula sigla il 3-0 con un grandioso diagonale sinistro in area. Sesto centro stagionale per l'ex teramano. All'8' Cordaz nega allo stesso Lapadula la possibile tripletta salvando miracolosamente con i piedi. Al 13' ecco il poker che consente agli abruzzesi di chiudere definitivamente il match: Zampano imbecca ottimamente Caprari che, a tu per tu con il portiere, non sbaglia. E' un vero e proprio penalty in movimento per il giocatore biancazzurro: Pescara 4 - Crotone 0. Agli ospiti viene concessa giusto una rete al 21': Dos Santos mette dentro la palla di testa sugli sviluppi di un calcio d'angolo.

E ADESSO IL NOVARA - Non succede nient'altro fino al triplice fischio finale. Oggi pomeriggio il Pescara partirà alla volta di Milano e martedì 3 novembre, alle ore 18:30, disputerà la gara di recupero contro il Novara di Marco Baroni, rinviata per nebbia lo scorso 26 ottobre.

PESCARA (4-3-1-2) - Fiorillo; F. Zampano, Fornasier, Zuparic, Crescenzi; Memushaj, Mandragora, Verre; Benali (35’ st Fiamozzi); Caprari (21’ st Forte), Lapadula (16’ st Sansovini). A disp.: Aresti, Bruno, Cocco, Valoti, Selasi, Torreira. All.: Oddo.

CROTONE (3-4-2-1) - Cordaz; Yao, Claiton, Ferrari; Balasa (10’ st G. Zampano), Salzano (16’ st Ricci), Barberis, Modesto; Capezzi, Stoian (31’ st Tounkara); Budimir. A disp.: Festa, Cremonesi, De Giorgio, Torromino, Paro, Martella. All.: Juric 5.5. Arbitro: Pinzani di Pordenone.

RETI: 16’ pt Memushaj (rig), 39’ pt e 2’ st Lapadula, 13’ st Caprari, 21’ st Dos Santos.

ARBITRO: Riccardo Pinzani di Empoli

AMMONITI: Crescenzi, Dos Santos, Tounkara, Ferrari, Capezzi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

La torta della tradizione: come preparare la pizza doce

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    La torta della tradizione: come preparare la pizza doce

  • Cura della persona

    Soap brows: come ottenere le sopracciglia “insaponate”

  • Salute

    Cos’è la stanchezza primaverile e come combatterla

Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento