menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Giovanni Galeone (al centro) tra Sliskovic e Junior

Giovanni Galeone (al centro) tra Sliskovic e Junior

Tanti auguri, Profeta! Giovanni Galeone compie 80 anni

Una simbiosi con giocatori, pubblico e stampa che si è rivelata l'arma vincente per unire tutti gli elementi sotto un unico emblema. Per un mito immortale l'età anagrafica non conta. Le rughe sul volto le ha sempre avute ed era saggio prima ancora di diventare anziano

Giovanni Galeone festeggia oggi 80 anni di vita. E la Delfino Pescara gli fa gli auguri sulla sua pagina ufficiale citando queste parole del 'Profeta':

"Pescara è Pescara. Non lo so, è un amore naturale, spontaneo, genuino, sento l'affetto della gente, mi vogliono bene ed è una cosa che mi rende felice".

Che cos'è il carisma? Una virtù intellettuale di attirare l'attenzione e di esercitare fascino, che porta a diventare un personaggio influente da venerare e rispettare. Come si diventa carismatici? Semplice: basta calarsi nella realtà che ti accoglie e, con intelligenza, carpire ogni aspetto emozionale. In questo, il 'Gale' è stato abilissimo. Forte dei risultati sportivi conseguiti in maniera inaspettata, ha compattato un'intera città verso un mondo, quello del calcio, che lui ha sempre interpretato a sua immagine e somiglianza.

Un gioco strafottente, mai schematico, fantasioso e senza regole precostituite. Pescara, in quegli anni, era piena di vita ma mancava di un vero e proprio trascinatore. Uno di quelli dalla maschera particolare, che quando lo guardi capisci di avere di fronte un soggetto fuori dal comune. Come tutti i divi, anche il "profeta" ha qualcosa di caratteristico e originale. A cominciare dal ruolo di allenatore.

Professione svolta quasi con sufficienza e senza l'etiquette del mister al di sopra delle parti. Una simbiosi con giocatori, pubblico e stampa che si è rivelata l'arma vincente per unire tutti gli elementi sotto un unico emblema. Per un mito immortale l'età anagrafica non conta. Le rughe sul volto le ha sempre avute ed era saggio prima ancora di diventare anziano.

Il tempo si è fermato nella sfera dei ricordi che aiuta ogni pescarese over 50 a sentirsi fortunato per essere stato partecipe di quello splendido periodo. Oggi tutto è cambiato. Ma la storia non si cancella e noi tutti siamo rimasti "galeoniani" nello spirito e nella mentalità. Segno tangibile che l'amore eterno esiste, al pari della gratitudine. Tanti auguri, mister! 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento