rotate-mobile
Segnalazioni Portanuova / Viale G. Marconi, 136

La protesta di un residente di viale Marconi: "Siamo penalizzati"

Il cittadino: "Chi abita sul viale, o nelle adiacenze, non sa più dove andare a parcheggiare. Deve trascorrere ore ad attendere che si liberi un posto nelle vicinanze, o a fare giri su giri nei dintorni"

Un nuovo look per viale Marconi, ma a quale prezzo? "A pagare sono i cittadini", ci scrive un residente. "Sembrerebbe che qualcuno si diverta a creare disagi a commercianti, ciclisti, cittadini che devono fare acquisti, cittadini residenti in viale Marconi e zone adiacenti. Questi ultimi, in particolare, sono gravemente danneggiati perché non possono più parcheggiare nei pressi della loro abitazione. Per una città che presenta ben note criticità dei parcheggi, è inspiegabile e irrazionale la realizzazione di una riqualificazione urbanistica che, anziché progettare e realizzare l'aumento di posti auto, come da evidente e ben nota necessità, li sopprime. Posti auto che, nella nostra città, sono preziosi".

E aggiunge: "Chi abita sul viale, o nelle adiacenze, non sa più dove andare a parcheggiare. Deve trascorrere ore ad attendere che si liberi un posto nelle vicinanze, o a fare giri su giri nei dintorni con dispendio anche di benzina. Se si è fortunati, dopo qualche ora esce un posto, magari a 200-300 metri da casa. A un anziano che arriva in macchina, portando pesanti buste della spesa (anche prodotti surgelati soggetti a scongelamento e deterioramento), ed è costretto a parcheggiare a 300 metri da casa, non rimane che piangere e maledire chi è così insensibile da ignorare le sue esigenze. Per di più, sono stati tolti i due cassonetti (vetro e indifferenziata) situati vicino la rotonda all'angolo con via Dei Sabini; altro disagio non indifferente".

E pensare che quel cassonetto dell'indifferenziata "era già di per sé insufficiente a contenere tutti i rifiuti, tanto che spesso le buste finivano per terra". Nonostante ciò è stato "eliminato. Ma non si poteva fare diversamente? Certo che si poteva! Si può fare tutto se si tengono presenti le esigenze dei cittadini. Sarebbe bastato fare il senso unico a viale Marconi e a via Davalos, uno in direzione nord e l'altro in direzione sud, e avremmo ancora i nostri posti auto e i cassonetti. Tra l'altro gli autobus sono costretti spesso a passare nella corsia delle auto perché c'è sempre qualcuno che sosta nella corsia riservata".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La protesta di un residente di viale Marconi: "Siamo penalizzati"

IlPescara è in caricamento