Martedì, 18 Maggio 2021
Segnalazioni Castellamare / Viale Giovanni Bovio, 309

Rifiuti e degrado a Castellamare: scatta la protesta in viale Bovio e via Bixio

La denuncia di residenti e commercianti. Lorenzo Lamberti: "Abbiamo fatto numerose segnalazioni all'Attiva che restano ancora inevase. Sono stati anche allertati vigili urbani e ASL, tuttora senza esito"

Una situazione "di estremo degrado" che "ormai da mesi" sta affliggendo viale Bovio.

La denuncia viene da un gruppo di cittadini della zona, che questa mattina si sono riuniti all'altezza del civico 309, dove sorge l'attività di prodotti tipici "Oiccà", per denunciare lo stato di abbandono della strada, in particolare nei pressi dei cassonetti per la raccolta differenziata, che "nonostante le segnalazioni documentate all'Attiva restano ancora inevase - ha spiegato Lorenzo Lamberti, titolare di "Oiccà" - Sono stati anche allertati vigili urbani e ASL, tuttora senza esito".

Colpisce il fatto che tutto ciò accada non in periferia, bensì in un quartiere centrale come quello di Castellamare.

CITTADINI STUFI - Residenti e commercianti sono stufi "di trovare persone che frugano nei cassonetti per cercare materiale di recupero da rivendere e poi abbandonano il materiale di scarto a terra, creando sporcizia e fetore, a danno del decoro urbano in una zona densamente antropizzata, e degradando l'immagine delle attività commerciali che in prevalenza si occupano di vendita di prodotti alimentari".

Anche per questo si chiede al Comune di sostituire gli attuali cassonetti con contenitori di nuova generazione, che non possono essere aperti dall'esterno: in questa maniera si eviterebbe ai soliti noti di continuare a rovistare nell'immondizia.

"Siamo ormai in una situazione di piena emergenza - ha aggiunto Lamberti - I cassonetti sono a ridosso delle nostre attivita' alimentari e proprio di fronte all'ingresso di un condominio dove gli stessi proprietari si lamentano per la puzza e per il fatto che tutti i giorni ci sono persone che frugano all'interno dei cassonetti. I cittadini e i commercianti sono esasperati. Qui abbiamo trovato anche escrementi umani. Inoltre c'è un problema di sicurezza: i residenti, quando tornano a casa la notte, hanno paura perche' trovano queste persone che rovistano nei cassonetti alla ricerca di metalli e oggetti da rivendere".

DELOCALIZZARE I CASSONETTI - I residenti e i commercianti propongono di delocalizzare i cassonetti in aree non adiacenti le attivita' di spaccio alimentare, sollecitando altresì un maggiore controllo negli orari di conferimento dei rifiuti, anche attraverso l'installazione di telecamere. "Chiediamo che anche il Comune si attivi per creare delle isole ecologiche per il conferimento di rifiuti ingombranti, come e' stato fatto in Comuni piu' piccoli come Francavilla".

VIA BIXIO - E nel mirino finisce anche un'altra strada di Castellamare: via Bixio, piccola traversa residenziale di via del Milite Ignoto. Qui, secondo quanto denunciano i residenti, la raccolta del pattume non avviene con frequenza: il risultato è che spesso i rifiuti ingombranti vengono lasciati vicino ai cassonetti, e i cittadini ci hanno riferito di essere stati addirittura costretti a installare trappole per topi al fine di evitare ulteriori spiacevoli conseguenze.

Il problema nasce dal fatto che molti residenti delle strade limitrofe, per esempio via del Milite Ignoto, vanno a conferire la propria spazzatura nei cassonetti di via Bixio, intasandoli. L'assessore Paola Marchegiani "è venuta qui un anno fa insieme a un tecnico per effettuare un sopralluogo", spiega una signora, "ma a distanza di 12 mesi nulla è cambiato".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rifiuti e degrado a Castellamare: scatta la protesta in viale Bovio e via Bixio

IlPescara è in caricamento