Ossa dei Morti: la ricetta gustosa e da urlo di Halloween da fare a casa

Dei dolcetti alla mandorla a forma di ossa, per festeggiare con gusto l’arrivo della festa dei morti

In vista di Halloween, prepariamo qualcosa di tipico: ecco la ricetta della Ossa dei Morti. Piccoli e gustosissimi dolcetti, da mangiare a fine pasto insieme a un buon caffè o da assaporare quando la fame bussa all’improvviso, le Ossa dei Morti altro non sono che biscotti alla mandorla a forma, appunto, di ossa.

Quella che vi proponiamo è una ricetta classica e tipica del mese di novembre che, come tradizione vuole, ognuno ha rivisitato a suo modo. Ecco la versione abruzzese delle Ossa dei Morti di Halloween.

Ingredienti

  • 300 grammi di mandorle tritate
  • 300 grammi di zucchero
  • 300 grammi di farina
  • 2 grammi di ammoniaca
  • 2 uova
  • scorza di un limone

Preparazione

Sbattere le uova in una ciotola, aggiungere un po’ alla volte le mandorle tritate. In seguito mettere anche gli ingredienti “secchi”, quindi lo zucchero, la farina e l’ammoniaca. Bisogna ottenere un impasto liscio e omogeneo prima di aggiungere la scorsa di limone, che potete anche grattugiare un po’ e amalgamare al composto.

Stendere la pasta e ottenere una sfoglia alta circa 4 centimetri. Ora è necessario modellare la pasta per farle la forma di ossa. Ovviamente si può procedere manualmente – come da tradizione - oppure, se si ricerca una grande precisione, si può utilizzare una formina a forma di ossa.

Portare il forno a 160 gradi e una volta raggiunta la temperatura, infornare per 30 minuti. Gustare freddi.

Eccellenze pescaresi: i migliori prodotti da mangiare della nostra terra

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Per il Tg1 l'Abruzzo diventa "#zonarozza": la gaffe spopola sul web

  • Uomo ritrovato morto nella sua stanza dal padre anziano, tragedia in viale Bovio

  • Cerbiatto corre sul lungomare sud di Pescara, il video fa il giro del web

  • Furto d'identità a Pescara, il caso finisce a "Le Iene" [VIDEO]

  • Addio a Guido Filippone, Cepagatti piange il suo "Barone"

  • Ha i sintomi del Covid dopo la positività del coinquilino ma il tampone arriva dopo 20 giorni, il racconto di un pescarese

Torna su
IlPescara è in caricamento