rotate-mobile
Mercoledì, 21 Febbraio 2024
Elezioni

Regionali, Marinelli (Pd) sul sondaggio di Fratelli d'Italia: "Una favola dai poteri divinatori, sempre più fiducia in D'Amico"

Il segretario regionale del Partito democratico liquida come "in-credibile", cioè poco credibile, il sondaggio commissionato da FdI che vedrebbe il presidente uscente Marsilio sopra di 9 punti: nessuna informazione su chi e in quanti hanno risposto alle domande di un sondaggio fatto, rimarca, senza molti elementi che avrebbero richiesto agli abruzzesi quasi super poteri per rispondere

“Vedremo meglio questo sondaggio diffuso da Fratelli d'italia quando sarà pubblicato. Per ora, i primi dati che emergono mi fanno dire questo a chi ha commissionato il sondaggio: siamo ormai al 20 gennaio, Babbo Natale è già tornato in Lapponia da qualche settimana e pure per la Befana siamo fuori tempo massimo”.

Con queste parole il segretario regionale del Pd Daniele Marinelli commenta le parole del segretario regionale di Fratelli d'Italia Etelwardo Sigismondi che ha riferio alcuni dei dati del sondaggio Emg Different commissionato dal partito e di cui si attende la pubblicazione. Un sondaggio che avrebbe fatto emergere come il presidente della Regione uscente Marco Marsilio sarebbe in vantaggio di 9 punti rispetto al candidato del Patto per l'Abruzzo Luciano D'Amico che non avrebbe neanche l'approvazione dei suoi elettori.

“Emerge che solo il 14 per cento degli intervistati ha voluto esprimere un orientamento e non si capisce quale sia la distribuzione geografica o per fasce di età delle risposte – commenta quindi Marinelli -. Tra le liste di centrodestra c'è una cannibalizzazione di Fratelli d'italia (che guarda caso ha commissionato l’indagine) nei confronti delle altre liste, che appare clamorosamente anomala rispetto a quanto ci si aspetterebbe. Viene inoltre sondata una lista del presidente di cui ancora non si conoscono tutti i nomi, mentre nel centrosinistra non viene sondata alcuna lista civica”, sottolinea ancora il segretario dem. “Evidentemente le abruzzesi e gli abruzzesi chiamati a rispondere al sondaggio avrebbero dovuto avere qualità divinatorie”, chiosa.

“Colpisce poi, sulla base delle dichiarazioni del coordinatore di FdI, che i giudizi negativi nei confronti del governo Marsilio verrebbero espressi soltanto dal 19 per cento delle persone intervistate, dato che smentirebbe tutte le rilevazioni, di tutti gli istituti demoscopici, sul gradimento del governatore della Regione, che è notoriamente tra i più bassi del Paese. Ora, va bene tutto, ma pure le favole vanno raccontate con un po' di realismo – incalza Marinelli -. La nostra campagna elettorale continua tra le gente, dove si registra invece una grave insofferenza verso questo governo regionale, lontanissimo dai problemi delle persone, e nei confronti di un presidente romano che va rispedito a Roma. Al contempo conclude -, è crescente la fiducia nei confronti di Luciano D'Amico, un abruzzese che vuole occuparsi della nostra regione e difenderne finalmente prerogative, bisogni e diritti”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Regionali, Marinelli (Pd) sul sondaggio di Fratelli d'Italia: "Una favola dai poteri divinatori, sempre più fiducia in D'Amico"

IlPescara è in caricamento