Politica

Contagi in aumento nell'Aquilano, Marsilio: "Evitare di trascinare tutta la regione in zona rossa"

Si aggrava la situazione in una provincia con l'indice Rt in risalita (ma ancora sotto l'1). Da lunedì 12 aprile diversi Comuni in zona rossa: l'obiettivo del governatore è superare questo momento critico senza ulteriori conseguenze

Torna a farsi critica la situazione dei contagi da Covid-19 in provincia dell'Aquila, dove da domani (lunedì 11 aprile) in molti comuni entreranno in vigore le misure più restrittive, come da ordinanza regionale dello scorso 9 aprile. A commentare gli ultimi dati è il presidente della Regione Marco Marsilio:

"Nell'ultimo report settimanale - dice - la provincia dell'Aquila ha registrato un'incidenza di 216, nonostante almeno un paio di giorni a cavallo di Pasqua caratterizzati da scarsa attività diagnostica. Vuol dire che il dato 'reale' sarebbe stato sicuramente più elevato, molto prossimo se non superiore alle soglie di legge. Anche in questi ultimi due giorni la provincia ha continuato a registrare numeri al limite della soglia. La speranza e l'auspicio è che, con la collaborazione di tutti, si arrivi presto a superare tale situazione di criticità".

Nell'ultima settimana in Abruzzo l'indice Rt è tornato a salire a 0.89, un dato dipeso dalla situazione della provincia aquilana, abbondantemente sopra l'1 da almeno due settimane. Prima, dopo le infinite settimane di 'zona rossa' tra Chieti e Pescara, l'indice Rt  nella nostra regione era arrivato a 0,81.

"Se non arrestiamo questa salita - afferma il presidente della Regione - come abbiamo fatto per Chieti e Pescara che oggi, non a caso, non conoscono più comuni in zona rossa, rischiamo che tutto l'Abruzzo venga trascinato in arancione o addirittura in rosso. Sarebbe una beffa, visto che questa che inizia è la quarta settimana che la nostra regione avrebbe registrato dati da zona gialla (abolita per decreto-legge)".

Venerdì scorso l'Unità di crisi ha valutato i dati epidemiologici, a seguire sono state assunte le decisioni poi formalizzate nell'ordinanza che ha posto in zona rossa i seguenti comuni dell'Aquilano: 

  • Avezzano, Celano, Pescina, Cerchio, Carsoli, Oricola, Pereto, Rocca di Botte, Sante Marie, Tagliacozzo, Cappadocia, Magliano dei Marsi, Scurcola Marsicana, Castellafiume, Capistrello, Canistro, Civitella Roveto, Morino, San Vincenzo Valle Roveto, Balsorano, Civita d'Antino, Luco dei Marsi, Trasacco, Aielli, Barisciano, Poggio Picenze, Fossa, Ocre, Sant'Eusanio Forconese, Villa Sant'Angelo, San Demetrio ne' Vestini, Fagnano Alto, Prata d'Ansidonia, San Pio delle Camere, Caporciano, Navelli, Corfinio e Collepietro

LA NOTIZIA SU CHIETI TODAY

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Contagi in aumento nell'Aquilano, Marsilio: "Evitare di trascinare tutta la regione in zona rossa"

IlPescara è in caricamento