menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Presepe vivente dell'Aterno - Manthone: Maria arriverà dal mare come una migrante

Un presepe vivente, giunto al ventennale, carico di significato quello che verrà proposto quest'anno dall'Istituto Aterno Manthonè nei pressi della Madonnina il 18 dicembre ai piedi del Ponte del Mare

Sarà un'edizione speciale quella del Presepe Vivente dell'Istituto Aterno-Manthoné giunto alla ventesima edizione. L'evento si terrà il 18 dicembre alle 17,30 nei pressi della madonnina davanti al Ponte del Mare.

Maria, infatti, arriverà dal mare come una migrante, e verrà accolta in terra d'Abruzzo. Una scelta particolarmente carica di significato considerando l'emergenza profughi che l'Italia e l'Europa stanno vivendo in questi mesi. Una scelta per sensibilizzare i cittadini al tema della tolleranza e dell'integrazione con i migranti e coloro che arrivano in condizioni disperate nel nostro Paese e continente.

L'iniziativa è organizzata in collaborazione con la Direzione Marittima e con l'amministrazione comunale. Alla rappresentazione parteciperanno attivamente il sindaco Alessandrini, il presidente della Provincia Di Marco e il comandante della direzione Marittima Moretti, che impersoneranno i tre Re Magi.

Il Presepe vivente sarà, come sempre, realizzato dagli studenti dell'Istituto Aterno Manthonè, diretto dalla professoressa Antonella Sanvitale, e delle altre scuole coinvolte: i comprensivi 1, 2, 4, 6, 7 e 10 di Pescara e il comprensivo di Cepagatti. La rappresentazione è curata dalla professoressa Franca Minnucci con l'apporto tecnico scenografico di Giancarlo Minnucci.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento