rotate-mobile
Eventi

Al liceo scientifico Da Vinci si fa giornalismo, da Frizzi al caso Neri

Quasi in 500 hanno partecipato all'incontro con domande sulla professione ma anche sugli ultimi episodi di cronaca nera. A rispondere ai ragazzi c'erano i giornalisti dell'Agenzia Ansa Abruzzo e del quotidiano 'Il Centro'

Giornalismo e informazione, ma anche gli ultimi casi di cronaca, l'omicidio di Alessandro Neri, che da oltre 20 giorni sta scuotendo la comunità pescarese, e la morte del conduttore Rai Fabrizio Frizzi all'età di 60 anni con la valanga di messaggi di ricordo sia sui quotidiani che sui Social Network. Poi come nasce una notizia, il ruolo dei paparazzi e le foto 'rubate' dei personaggi famosi.

Questi alcuni degli argomenti che hanno animato la mattina al Liceo Scientifico Leonardo da Vinci, a Pescara. Quasi 500 i ragazzi che hanno partecipato all'Assemblea di Istituto organizzata in stile talk show. A rispondere alle domande dei ragazzi c'erano i giornalisti dell'Agenzia Ansa Abruzzo e del quotidiano 'Il Centro'.

La deontologia in primo piano, poi la domanda aperta per le sfide del futuro della professione, su come i giornalisti possano lavorare per intercettare le nuove generazioni di lettori. Ad assistere all'incontro c'era il preside Giuliano Bocchia. Il dibatitto è stato voluto fortemente da Giacomo Melilla, uno dei quattro rappresentanti di Istituto.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Al liceo scientifico Da Vinci si fa giornalismo, da Frizzi al caso Neri

IlPescara è in caricamento