Ventenne colpito alla testa da un fucile ad aria compressa

Poteva finire in tragedia l'episodio capitato ieri notte ad un giovane di Montesilvano. Mentre era seduto in un parco a Pescara, è stato colpito alla testa da un colpo sparato da un fucile ad aria compressa. Le sue condizioni sono buone

Un brutto episodio che poteva finire in tragedia quello capitato ieri ad un giovane di vent'anni di Montesilvano.

Il ragazzo era seduto su una panchina, vicino alla Strada Parco, in una zona verde, quando all'improvviso ha sentito uno sparo ed è stato colpito violentemente alla tempia.

Il colpo gli ha procurato una ferita sanguinante e lo ha fatto cadere a terra. Si trattava di un proiettile sparato da un fucile ad aria compressa. Subito è stato trasportato in ospedale; per è stato ferito in maniera lieve, con una prognosi di circa 10 giorni.

Sul caso indaga la Polizia, che ha effettuato i rilevamenti sul posto per capire la traettoria del proiettile e risalire alla persona che ha sparato.

Probabilmente l'autore del gesto era infastidito dal rumore e dagli schiamazzi che provenivano dal parco a quell'ora della notte.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'annuncio del presidente Marsilio: "L'Abruzzo torna in zona arancione"

  • Ragazza scomparsa da Montesilvano, l'appello per ritrovarla [FOTO]

  • Saturimetro: cos’è, come si usa e perché, proprio ora, è fondamentale

  • A "L'ingrediente perfetto" su La7 Roberta Capua prepara gli arrosticini in padella con burro e salvia [FOTO - VIDEO]

  • Nel nuovo dpcm per il Covid arriva la zona bianca: per l'Abruzzo serviranno meno di 650 contagi a settimana

  • Incidente stradale mortale in Abruzzo, furgoncino si schianta contro il guard-rail: deceduta una persona

Torna su
IlPescara è in caricamento