rotate-mobile
Cronaca

Dice ad alta voce di avere la febbre per saltare la fila alle Poste, denunciato per procurato allarme

Ovviamente la conseguenza è stata la generazione del timore tra i clienti in attesa

Un uomo ha esclamato ad alta voce di avere la febbre mentre era nell'ufficio postale di via Monti a Pescara questa mattina, venerdì 9 ottobre intorno alle ore 10:30, perché sperava così di saltare la fila.
Ovviamente la conseguenza è stata la generazione del timore tra i clienti in attesa.

Sul posto si è reso necessario l'intervento dei carabinieri del nucleo operatico e radiomobile della compagnia di Pescara che hanno subito richiesto l’intervento dei sanitari del 118, i quali hanno constatato invero una normale temperatura corporea dello stesso.

Quest’ultimo, successivamente, ha ammesso di aver mentito circa il suo stato di salute al fine di evitare la fila all’interno dell’ufficio postale. Per questo motivo è stato deferito in stato di libertà per procurato allarme.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dice ad alta voce di avere la febbre per saltare la fila alle Poste, denunciato per procurato allarme

IlPescara è in caricamento