rotate-mobile
Domenica, 16 Gennaio 2022
Cronaca Spoltore

Spoltore, Wwf contro il taglio di un Pino d'Aleppo

L'associazione si mobilita contro l'imminente taglio di un maestoso Pino d'Aleppo, collocato all'interno delle mura di cinta del cimitero di Spoltore sul lato che costeggia la Provinciale di collegamento con Cappelle sul Tavo

Il Wwf Abruzzo si mobilita contro l'imminente taglio di un maestoso Pino d'Aleppo, collocato all'interno delle mura di cinta del cimitero di Spoltore sul lato che costeggia la Strada Provinciale di collegamento con Cappelle sul Tavo.

"Ci siamo immediatamente rivolti al Sindaco di Spoltore e al Corpo Forestale dello Stato - spiega l'associazione ambientalista - chiedendo di sospendere ogni decisione in merito, eventualmente gia' assunta, in modo da esaminare proposte alternative e meno impattanti alla cui elaborazione ci siamo resi disponibili mettendo a disposizione i nostri esperti botanici e quelli delle altre associazione ed in particolare del Coordinamento Nazionale Alberi e Paesaggio, particolarmente esperti in questa materia. Gli alberi, e il paesaggio da essi generato, sono anche la nostra storia, rappresentano la carta d'identita' di un territorio. Con la loro distruzione stiamo perdendo i riferimenti naturali che in un luogo o lungo un tragitto (come in questo caso) rappresentano i caratteri identitari di un territorio che lo rendono di assoluta qualita' e unicità".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spoltore, Wwf contro il taglio di un Pino d'Aleppo

IlPescara è in caricamento