Cronaca Via Gioacchino Di Marzio

Spoltore: torna a suonare l'organo della Chiesa di San Panfilo

Per volere di Don Rinaldo Lavezzo torna a risuonare l'organo della Chiesa di San Panfilo di Spoltore rimasto fermo per quaranta anni. L'organo fu costruito nel 1908

Per volere di Don Rinaldo Lavezzo torna a risuonare l’organo della Chiesa di San Panfilo di Spoltore rimasto fermo per quarant' anni. L'organo fu costruito nel 1908, e ora dopo un'accurata revisione della meccanica e delle canne, grazie al parroco della locale comunità religiosa, è tornato al suo antico splendore.

L’operazione di restauro è costata 3.500 euro ed è stata finanziata attraverso i fondi messi a disposizione dagli sponsor privati. L'organo di inizio secolo vanta 597 canne, 58 tasti, 13 pedali, 10 registri a tirante ed è racchiuso in casse in legno impreziosite da fregi e sonorità tipiche settecentesche.

E domani sera alle ore 21 tornerà nuovamente a deliziare i fedeli con le sue melodie, grazie alle mani degli organisti Artabano Tassone e Simone D’Alessandro e alle voci di cinquanta coristi provenienti da vari gruppi parrocchiali del posto.

Per l'occasione Don Rinaldo, direttore del Coro della cattedrale, tornerà ad impugnare nuovamente la sua bacchetta.

Sarà la voce di Carlo Rullo a scandire i diversi momenti del “Concerto di famiglia”, durante il quale illustrerà le caratteristiche dell’organo e l'amipo programma musicale che spazia dai canti gregoriani alle composizioni di monsignor Marco Frisina.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spoltore: torna a suonare l'organo della Chiesa di San Panfilo

IlPescara è in caricamento