rotate-mobile
Sabato, 22 Gennaio 2022
Cronaca Fontanelle / Via Caduti per Servizio

Spaccio continuato di sostanze stupefacenti, in manette tre donne e un uomo

Questa mattina i Carabinieri del Nor di Pescara hanno arrestato per spaccio continuato di sostanze stupefacenti quattro pregiudicati, accertando molteplici cessioni di stupefacenti a tossicodipendenti

Questa mattina i Carabinieri del Nor di Pescara hanno arrestato per spaccio continuato di sostanze stupefacenti i pregiudicati O.D.Z. di 55 anni, C.R. di 38 anni, R.C. di 24 anni e M.V. di 27 anni. Le indagini che hanno portato all’arresto dei malviventi sono state condotte tra febbraio e aprile scorsi a Rancitelli e Fontanelle, per la precisione via Caduti per Servizio.

Accertate molteplici cessioni di stupefacenti a tossicodipendenti della zona. A questi ultimi, nel corso dei controlli effettuati, sono state sequestrate numerose dosi di eroina e cocaina. Anche questa volta, è emerso che lo spaccio di droga nei quartieri a rischio è gestito soprattutto da donne che, nonostante i numerosi precedenti penali o di polizia, riescono beneficiare di misure cautelari meno afflittive e pene alternative, concesse dal Giudice per consentire loro di accudire i figli minori.

R.C., pregiudicata per reati inerenti gli stupefacenti, ha continuato a spacciare presso la propria abitazione, nonostante fosse sottoposta all’obbligo di dimora. E’ alle donne rom, inoltre, che tocca far quadrare il bilancio familiare in assenza degli uomini.

E’ il caso di O.D.Z., che ha portato avanti l’attività di famiglia, anche dopo l’arresto dei figli, ritenuti responsabili di concorso nell’omicidio di Domenico Rigante. Dopo le formalità di rito, le tre donne sono state ristrette presso la casa circondariale di Chieti, mentre a C.R. il provvedimento cautelare è stato notificato presso il carcere di San Donato, dove si trovava già rinchiuso per altre ragioni.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spaccio continuato di sostanze stupefacenti, in manette tre donne e un uomo

IlPescara è in caricamento