Giovedì, 28 Ottobre 2021
Cronaca Sant'eufemia a maiella

Rogo Monte Morrone, il fuoco si sposta anche sul versante pescarese

Nuovi focolai anche a Roccacaramanico, frazione di Sant'Eufemia a Majella. Al lavoro i Vigili del fuoco, la protezione civile e i mezzi aerei. Intanto il monitoraggio dell'Arta sulla qualità dell'aria a Sulmona rivela un innalzamento della concentrazione degli inquinanti

Non accenna a spegnersi il rogo sul monte Morrone, nell'aquilano. Ieri nuovi focolai si sono accesi in più punti, in particolare vicino al Casino Pantano, alla chiesetta di San Pietro e nel borso di Mandra Castrata. Ma adesso le fiamme si sono propagate anche sul versante pescarese, verso Caramanico Terme. Nuove preoccupazioni e tensioni, insieme a polemiche sull'insufficienza e sul ritardo degli interventi.

L'incendio, dopo aver superato Passo San Leonardo, dove era iniziato sabato scorso, prosegue verso Roccacaramanico, frazione di S. Eufemia a Majella. Sul posto 50 uomini tra volontari e protezione civile, 5 squadre dei Vigili del Fuoco con un elicottero, ieri in azione anche un Canadair.

Intanto il monitoraggio dell'Arta, agenzia regionale per la tutela ambientale, sulla qualità dell'aria a Sulmona, località Marane, rivela un innalzamento della concentrazione degli inquinanti. Le maggiori concentrazioni di notte; nelle prime ore del mattino diminuiscono con il mutare della direzione del vento.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rogo Monte Morrone, il fuoco si sposta anche sul versante pescarese

IlPescara è in caricamento