Cronaca

Roberto Di Santo, la famiglia: "Non sappiamo dove si trova"

La sorella di Roberto Di Santo, il "bombarolo" di Roccamontepiano ricercato in tutta Italia dopo gli attentati a Cepagatti e Chieti, è disperata: "Non sappiamo dove si trova"

Continua la caccia a Roberto Di Santo, il "bombarolo" di Roccamontepiano ricercato in tutta Italia per i due attentati messi a segno a Cepagatti, all'interno di una villetta, e davanti al Tribunale di Chieti.

La sorella, rintracciata dalla stampa, chiede di essere lasciata in pace, considerando che vive con l'anziano padre di 82 anni, aggiungendo di non sapere dove si trova il fratello.

"Ha il cellulare spento, ci ha messo in mezzo ai guai". La villetta di Cepagatti, infatti, in parte è di sua proprietà, condivisa con una famiglia che era proprio il bersaglio dell'attentato messo a segno fra lunedì e martedì scorso da Di Santo.

Intanto sul fronte delle indagini, l'uomo ormai per spostarsi ha a disposizione solo un camper verde: le carte di credito sono state bloccate, quindi la sua disponibilità economica per gli spostamenti è molto limitata.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Roberto Di Santo, la famiglia: "Non sappiamo dove si trova"

IlPescara è in caricamento