rotate-mobile
Giovedì, 20 Gennaio 2022
Cronaca

Roberta, pescarese a Southampton: "Qui non prendono nessuna precauzione"

La testimonianza della ragazza all'Ansa: "A livello sanitario sono tempestata da messaggi sul gruppo di italiani a Southampton, a Londra e in UK in generale, di ragazzi che fanno gli infermieri qui e parlano di situazioni che fanno rabbrividire"

Roberta, pescarese a Southampton, ha raccontato all'Ansa la sua esperienza nella città inglese, dove si è da poco trasferita, lamentando l'assenza di accorgimenti per prevenire la diffusione del coronavirus:

"Io vado via, dovrei andare via, da questo Paese di pazzi perché qui non stanno prendendo nessuna misura precauzionale, tutt'altro. Condivido l'appartamento con tre scellerati: hanno 25 anni e non si rendono conto della condizione che si sta sviluppando anche qui in maniera dilagante e della quale nessuno sta parlando. Questa cosa mi terrorizza ancora di più: tranquillamente escono, vanno in discoteca, e non adottano alcuna misura".

Secondo la ragazza, infatti, in Inghilterra il problema viene totalmente sottovalutato:

"A livello sanitario - dice - sono tempestata da messaggi sul gruppo di italiani a Southampton, a Londra e in UK in generale, di ragazzi che fanno gli infermieri qui e parlano di situazioni, che ho visto io stessa in ospedale, che fanno rabbrividire".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Roberta, pescarese a Southampton: "Qui non prendono nessuna precauzione"

IlPescara è in caricamento