rotate-mobile
Cronaca

Pratiche auto "facili" in cambio di soldi e altri favori: 12 persone indagate

E' il bilancio dell'attività di indagine dei carabinieri del Nor di Pescara: gli indagati, residenti tra Pescara e Chieti, avrebbero agevolato pratiche e immatricolazioni e devono rispondere, in concorso, di ricettazione, corruzione, falsità ideologica e falsità materiale

Dodici persone residenti nelle province di Pescara e Chieti sono chiamate a rispondere, in concorso, di reati quali ricettazione, corruzione, falsità ideologica e falsità materiale perché ritenuti di aver agevolato immatricolazioni e revisioni di diversi mezzi anche provenienti dall'estero, alcuni dei quali persino prive dei necessari requisiti, in cambio di contanti, generi alimentari e altri favori.

E' il bilancio dell'indagine condotta dai carabinieri della sezione operativa del Nor (Nucleo operativo radiomobile) di Pescara che hanno notificato l'avviso di conclusione delle indagini preliminari a carico delle 12 persone ritenute coinvolte. Il provvedimento in parola scaturisce a seguito dell’articolata attività di indagine, avviata nel luglio 2020. Tra i 12 indagati ci sono un funzionario ora in pensione della Mtc d Chieti, una donna titolare di un’agenzia di pratiche auto e diversi titolari di officine meccaniche e negozi di ricambi auto che avrebbero agito dunque in concorso per agevolare le cosiddette pratiche auto “facili” in cambio di favori. L’attività investigativa ha altresì permesso di ritrovare due veicoli rubati.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pratiche auto "facili" in cambio di soldi e altri favori: 12 persone indagate

IlPescara è in caricamento