rotate-mobile
Sabato, 22 Gennaio 2022
Cronaca

Ponte del Cielo, no della Soprindentenza: Acerbo lo ribattezza "Ponte del cesso"

La Soprintendenza ha presentato alcune obiezioni al progetto del "Ponte del Cielo" da realizzare sul lido davanti alla Nave di Cascella. Esulta Maurizio Acerbo di Rifondazione che ironizza: "Lo chiamerei Ponte del cesso"

Primi problemi per il progetto del Ponte del Cielo. A quanto pare infatti la Soprintendenza avrebbe presentato alcune obiezioni per la realizzazione dell'opera che dovrebbe sorgere davanti alla nave di Cascella per un costo di circa 1 milione di euro.

Soddisfatto Maurizio Acerbo, ex consigliere comunale di Rifondazione Comunista, che ironizza sul nome della struttura: "Per quanto mi riguarda ribattezzerei il progetto dalfonsiano il "Ponte del cesso" considerata la forma e la qualità delle acque. L'idea balzana di collocare un progetto pensato per un'altro contesto ambientale mi è immediatamente apparsa ridicola: questo pontile circolare serve per non bagnarsi i piedi nell'acqua bassa e d'estate calda su cui sovente i dati dell'inquinamento imporrebbero di apporre il divieto di balneazione?" ha dichiarato Acerbo, parlando di un progetto sbagliato in quanto andrebbe a chiudere la vista sul mare in uno dei pochi tratti lasciati liberi dalle costruzioni.

Acerbo inoltre propone di spendere quei fondi per recuperare il progetto della "Porta del mare" oppure di restaurare la Torretta Dannunziana o comunque di realizzare un pontile più leggero e basso non circolare.
 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ponte del Cielo, no della Soprindentenza: Acerbo lo ribattezza "Ponte del cesso"

IlPescara è in caricamento