menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il sopralluogo dell'agronomo Giovanni Morelli in viale Regina Margherita

Il sopralluogo dell'agronomo Giovanni Morelli in viale Regina Margherita

Pini di viale Regina Margherita, sopralluogo dell'agronomo Giovanni Morelli

Gli 'alberi della discordia' sono finiti sotto la lente d'ingrandimento dell'esperto, ieri, per essere meglio esaminati. Morelli è stato invitato dall'amministrazione comunale. Di Pietro: "Spero che ora si sia fugato ogni dubbio"

Alberi come pazienti dal medico, da esaminare con prove sotto sforzo per conoscerne resistenza e stabilità e consentire loro una serena convivenza con gli occupanti umani delle aree urbane.

Sono i pini di viale Regina Margherita a Pescara, finiti ieri sotto la lente d'ingrandimento di un esperto in materia, l'agronomo Giovanni Morelli, che si è concentrato in particolare sui quattro dei sei pini di cui con le associazioni ambientaliste si è deciso di procedere ad ulteriori valutazioni.

Invitato dall'Amministrazione comunale a constatare le attività in corso lungo le strade popolate da esemplari di pino d'Aleppo e pino domestico, Morelli ha citato tomografia e prove di trazione come gli interventi più indicati per capire lo stato di salute di questi alberi, autentico simbolo dei viali del centro cittadino.

"La pioggia, più che il vento, è la minaccia seria per i pini", ha detto l'agronomo additando anche il ridotto spazio di pertinenza lasciato negli anni agli alberi giovani, che rischiano più di quelli anziani. Le associazioni che hanno contestato l'abbattimento di alcuni pini, deciso dal Comune per questioni di sicurezza, lo hanno accompagnato nel sopralluogo.

"Spero che le parole chiare e precise del dottor Morelli abbiano fugato ogni dubbio sul lavoro svolto dai tecnici del Comune e dagli esperti a cui abbiamo affidato la verifica della pericolosità delle alberature cittadine e sulle motivazione alla base delle decisioni assunte dall'Amministrazione comunale – ha affermato l'assessore al Verde Pubblico Laura Di Pietro – Ribadisco ancora una volta che il taglio degli alberi è stato sofferto, ma inevitabile, come ha confermato lo stesso tecnico, il quale, davanti a una platea attenta e reattiva, ha illustrato le principali criticità inerenti i pini inseriti in ambienti urbani e ci ha spiegato come procedere per tutelare le alberature sane".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento