Cronaca

Pescara, condoni: proroga di un anno per 11 mila cittadini

Il Comune ha fatto sapere di aver prorogato di un anno per definire le proprie posizioni in merito ai condoni edilizi del 1985 e 1994. Un anno di proroga anche per i condoni dei sottotetti

Undicimila cittadini pescaresi avranno ancora un anno di tempo per definire le pratiche inerenti la sanatoria sui condoni del 1985 e 1994, presentando la documentazione entro il 31 dicembre 2013.

Lo ha fatto sapere il Comune, in virtù della legge regionale approvata nei giorni scorsi.

"Il provvedimento riguarderà 11mila pratiche di sanatoria, ossia 9.500 pratiche del primo condono, quello del 1985, quando le domande complessivamente presentate furono 19mila, di cui quasi la metà definite a inizio 2000 quando venne dato un incarico straordinario, a tempo determinato, a un gruppo di neo-professionisti indicati dagli Ordini professionali; le altre 1.500 pratiche in attesa di definizione sono inerenti il condono del ’94, quando le istanze complessivamente presentate furono 2.645. " ha fatto sapere l'assessore Antonelli assieme al consigliere Sospiri.

"Ovviamente i cittadini devono sapere che il Comune avrà la facoltà di verificare la veridicità delle dichiarazioni formulate dagli utenti e, se dovessero emergere discordanze, il Comune trasmetterà subito gli atti del procedimento alla Procura della Repubblica comunicando al dichiarante l’avvenuta decadenza del beneficio; al contrario, il dirigente comunale, verificata la regolarità della dichiarazione sostitutiva presentata e accertato l’avvenuto pagamento della somma dovuta a titolo di oblazione, se sussistono i presupposti di legge, rilascerà il titolo edilizio in sanatoria." proseguono gli amministratori, ricordando che anche per i sottotetti è stata prorogata di un anno la scadenza dei termini per produrre le istanze di sanatoria di abitabilità.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pescara, condoni: proroga di un anno per 11 mila cittadini

IlPescara è in caricamento