rotate-mobile
Martedì, 5 Luglio 2022
Cronaca

Pescara, arsenale rinvenuto in un furgone: arrestato pericoloso assassino 60enne

Dopo mesi di indagini, grazie al Dna rinvenuto su una bottiglietta di plastica, i carabinieri sono riusciti ad identificare il proprietario dell'arsenale rinvenuto in un furgone ai Colli un anno fa. E' un pericoloso criminale 60enne ligure

E' di un 60enne pregiudicato, pericoloso criminale e assassino, l'arsenale di armi rinvenuto un anno fa circa ai Colli all'interno di un furgone. Si tratta di Giovanni MISSO, 60enne pluripregiudicato di origini genovesi accusato di detenzione illecita di armi da guerra con matricola abrasa con relativo munizionamento e ricettazione.

Dopo una serie di lunghe e difficili indagini, assieme al RIS di Roma, i carabinieri di Pescara lo hanno arrestato questa mattina a Busto Arsizio.

L'arsenale era stato preparato per compiere una rapina nel pescarese, considerando che l'uomo ha una lunghissima lista di precedenti per rapine ed assalti a portavalori. Ma sicuramente l'accusa più pesante e inquietante è quella di essere uno degli assassini del Brigadiere dei Carabinieri Ruggero Volpi, ucciso il 12 ottobre 1977 nel tentativo, unitamente ad altri 3 assassini, durante un tentativo di evasione. Ad ottobre scorso l'uomo era stato individuato come capo della banda che aveva messo a segno diverse rapine e tentativi di rapine in zona, come quella del 17 giugno 2013 al centro commerciale Mall di Villanova o il 27 maggio dello stesso anno a Spoltore ai danni di un distributore di carburanti.

Miso però era riuscito a sfuggire alla cattura rifugiandosi in Lombardia dove nel frattempo aveva messo a segno altre rapine, anche in Svizzera.

IL VIDEO DEL SEQUESTRO

Questo l'elenco delle armi trovate nel furgone:

·    due kalashnikov e relativi caricatori inseriti contenenti ognuno trenta colpi;
·    un fucile a pompa e quattro cartucce inserite cal 12;
·    una pistola glock mod 17 con con caricatore contenente quindici cartucce 9x21;
·    due giubbini antiproiettile privi di etichetta;
·    due passamontagna;
·    un paio di guanti da cantiere;
·    un paio di pantaloni acetati;
·    due fascette da idraulico;
·    una tanica da cinque litri contenente benzina;
·    una miccia artigianale.

Sono in corso indagini per cercare di scovare gli altri componenti della banda che avevano nascosto le armi

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pescara, arsenale rinvenuto in un furgone: arrestato pericoloso assassino 60enne

IlPescara è in caricamento