rotate-mobile
Martedì, 9 Agosto 2022
Cronaca

Il padre di Cavallito al Corriere della Sera: "La droga in questa storia non c'entra"

Dario Cavallito in un'intervista al Corriere dice la sua riguardo al l'agguato di cui è rimasto vittima il figlio, che ora lotta tra la vita e la morte, e l'architetto Walter Albi deceduto

Dario Cavallito. padre di Luca, uno dei due uomini colpiti da un uomo armato di pistola nel bar del Parco in via Ravasco all'incrocio con la strada parco e attualmente ricoverato in gravi condizioni in Rianimazione, ha deciso di fornire il suo punto di vista con un'intervista rilasciata al Corriere della Sera.
Cavallito, ex calciatore della Juventus degli anni Sessanta, racconta come il figlio e l'architetto Walter Albi (deceduto praticamente sul colpo) fossero amici.

Aggiunge che insieme stavano pensando di aprire un albergo nella zona del porto turistico ed erano in attesa di un finanziamento. 

Cavallito ricorda anche come il figlio abbia sempre avuto tanti amici e che fosse un ragazzo buono come il pane. Inoltre il padre tiene a precisare al Corriere come secondo lui i problemi legati alla droga avuti in passato dal figlio non c'entrino con quanto accaduto l'altra sera. Una decina di anni fa Luca Cavallito fece 4 mesi di carcere dopo essere stato trovato in possesso di un carico di una sostanza stupefacente. Al seguente link l'intervista integrale.  
L'agguato di Pescara ormai fa parte delle cronache nazionali e anche i telegiornali si stanno occupando della vicenda. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il padre di Cavallito al Corriere della Sera: "La droga in questa storia non c'entra"

IlPescara è in caricamento