rotate-mobile
Cronaca

Ombrina Mare, no dalle quattro province abruzzesi

Le quattro province abruzzesi approveranno nei prossimi giorni nei rispettivi consigli una delibera per dire no al progetto di trivellazione a largo delle coste chietine "Ombrina Mare". Promotore dell'iniziativa il presidente pescarese Di Marco

Una delibera, da approvare con urgenza nei prossimi giorni, per dire no al progetto di trivellazioni Ombrina Mare a largo delle coste chietine.

E' quanto deciso dai quattro presidenti delle province abruzzesi che ora sottoporranno il documento ai rispettivi consigli. Il presidente pescarese Di Marco ha sottolineato come gli enti locali debbano farsi portatori del pensiero dei cittadini e delle loro istanze, con la forte contrarietà espressa negli ultimi mesi al progetto di trivellazione petrolifera.

“Con un atto unitario e rafforzativo dei nostri impegni, al Governo chiediamo ripensamenti sulle politiche energetiche ed ambientali nel rispetto della strategia condivisa a maggioranza dalle Amministrazioni abruzzesi che mira essenzialmente allo sviluppo delle fonti rinnovabili e alla valorizzazione dell’identità economica turistica ed ambientale dell’Abruzzo. " ha dichiarato Di Marco, aggiungendo che assieme agli altri presidenti si punta a sensibilizzare i parlamentari abruzzesi affinchè venga scongiurata l'ipotesi di trasformare l'Abruzzo in un distretto petrolifero, con il sostegno al Referendum per l'abrogazione dell'art. 35 del Decreto Sviluppo che di fatto ha riaperto le porte alle trivellazioni nell'Adriatico.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ombrina Mare, no dalle quattro province abruzzesi

IlPescara è in caricamento