rotate-mobile
Mercoledì, 28 Febbraio 2024
Cronaca

Aveva 4 figli e lavorava in una paninoteca kebab la vittima dell'omicidio in via Gran Sasso [FOTO]

Lo straniero di 44 anni trovato morto in via Gran Sasso, ucciso a coltellate, viveva e lavorava da tempo a Pescara

Si chiamava Absail Houssaini il bengalese di 44 anni ucciso nella mattinata di giovedì 4 gennaio a Pescara, al culmine di una lite, sotto una palazzina al numero civico 17 di via Gran Sasso.
Come riferisce l'AdnKronos, l'uomo da tempo viveva nella città adriatica e lavorava in una paninoteca kebab che si trova in centro.

Lascia, nel suo Paese, moglie e quattro figli.

Sulla salma, portata all'obitorio dell'ospedale di Pescara, è stata disposta l'autopsia dal pm (pubblico ministero) Andrea Papalia. Un litigio tra connazionali è sfociato nel sangue. Il nipote della vittima Moubarak Houssaini, dice: «Mio zio non litigava mai con nessuno. Era un tipo pacifico. Mi hanno chiamato dicendo che mio zio stava male, ma nessuno mi ha detto che era morto».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aveva 4 figli e lavorava in una paninoteca kebab la vittima dell'omicidio in via Gran Sasso [FOTO]

IlPescara è in caricamento