Nadia e Bartolo ricevuti da sindaco e vicesindaco in Comune: presenti anche Le Iene

Il sindaco Alessandrini ed il vicesindaco Blasioli hanno incontrato la coppia di disabili protagonista del servizio de Le Iene per offrire loro aiuto ed assistenza. Presente anche Giulio Golia

Arriva finalmente una nuova pagina, questa volta positiva, nella triste storia di Nadia e Bartolo, la coppia di invalidi truffata da un uomo e protagonista di un servizio de Le Iene. Il sindaco Alessandrini ed il vicesindaco Blasioli, infatti, li hanno incontrati questa mattina in Comune alla presenza di Giulio Golia, inviato proprio de Le Iene.

VIDEO L'ASSURDA STORIA DI NADIA E BARTOLO

Gli amministratori si sono attivati con i Servizi Sociali per dare nell'immediato una mano alla coppia, dando la massima disponibilità per seguirli in un percorso che possa restituire loro dignità e serenità sotto tutti i punti di vista.

Foto 28-02-18, 14 57 21_preview-2

Il sindaco Alessandrini:

"Davanti al servizio sono rimasto basito e mi sono subito attivato per andare a fondo alla loro storia e alla loro situazione. Ho chiesto lumi ai nostri uffici delle Politiche Sociali per verificare come abilitare un percorso di assistenza. Lo faremo in sinergia con il Centro di Salute Mentale di Pescara che li segue da tempo e con il quale saranno condivise iniziative a loro tutela, in accordo anche con famigliari o referenti fidati e soprattutto di cui loro si fideranno.

Venerdì mattina i nostri assistenti sociali andranno a casa di Nadia e Bartolo per avviare un percorso di assistenza domiciliare, li abbiamo rassicurati in tutti i modi, perché sono scossi da quanto accaduto".

Il vicesindaco Blasioli:

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Due persone semplici di cui un uomo senza cuore si è preso gioco truffandoli. Dispiace dover affrontare casi del genere perché ti rendi conto quanto può essere piccolo un uomo e quanto vulnerabili le persone che si affidano agli altri, specie quelli che vengono ritenuti amici. Saremo a disposizione per chiarire quello che c’è da chiarire e aiutarli a uscire da una situazione che li ha toccati davvero molto".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Uomo si toglie la vita, tragedia nel Pescarese

  • È morto Tonino Renzitti, il tabaccaio di piazza Salotto

  • Marsilio firma l'ordinanza sui protocolli di sicurezza per la fase 2, ecco le regole per il mare

  • Fase 2, vecchie abitudini: scoppia una rissa nella zona di piazza Muzii [FOTO]

  • Dal 25 maggio i medici di famiglia e pediatri potranno visionare direttamente i referti dei tamponi

  • Coronavirus, l'Abruzzo piange altre 4 vittime: erano tutte di Pescara e provincia

Torna su
IlPescara è in caricamento