rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Cronaca

Muriana interrogato in ospedale, aperto un fascicolo per istigazione al suicidio

La procura di Chieti ha deciso di avviare un'indagine dopo che l'ex dirigente della squadra mobile di Pescara ha tentato di uccidersi questa mattina. Le sue condizioni, quando è arrivato al pronto soccorso teatino, erano di leggera intossicazione da acido carbonico

Pierfrancesco Muriana interrogato in ospedale, a Chieti, mentre viene aperto un fascicolo per istigazione al suicidio. Come riporta l'Ansa, la procura teatina ha infatti deciso di avviare un'indagine dopo che l'ex dirigente della squadra mobile di Pescara ha tentato di uccidersi questa mattina.

Le sue condizioni, quando è arrivato al pronto soccorso di Chieti, erano di leggera intossicazione da acido carbonico che man mano si sta risolvendo, al punto che l'uomo non viene ritenuto in pericolo di vita. Ad ogni modo, in via precauzionale rimarrà in osservazione per qualche giorno. Ricoverato attualmente nel reparto di psichiatria del Santissima Annunziata, in questi minuti Muriana viene ascoltato come persona informata dei fatti.

L'interrogatorio è coordinato dal pm Marika Ponziani e dal comandante dei carabinieri di Chieti, Massimo Capobianco. Lucido, ma disorientato, risponde con cognizione alle domande che gli vengono poste. L'ex capo della mobile oggi ha ricevuto anche la visita del suo legale Augusto La Morgia, con il quale si è intrattenuto a lungo.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Muriana interrogato in ospedale, aperto un fascicolo per istigazione al suicidio

IlPescara è in caricamento