menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Una delle centraline per auto sequestrate dalla polizia

Una delle centraline per auto sequestrate dalla polizia

Mostra una patente falsa e poi cerca di sfuggire ai poliziotti: arrestato [FOTO]

In manette è finito un uomo nato e residente nel Salernitano, e sottoposto all'obbligo di dimora proprio in quella provincia. Si tratta di Giuseppe Donnarumma, 49 anni, fermato dalla Volante in via Raiale poco prima di ferragosto

Mostra una patente falsa e poi cerca di sfuggire ai poliziotti: arrestato. In manette è finito un uomo nato e residente nel Salernitano, e sottoposto all'obbligo di dimora proprio in quella provincia. Si tratta di Giuseppe Donnarumma, 49 anni, fermato dalla Volante in via Raiale poco prima di ferragosto. 

L'uomo era alla guida di una Fiat Panda con a bordo altri due soggetti di origine campana. A un primo controllo, i documenti identificativi esibiti dal 49enne sono sembrati autentici, ma successivamente in Questura ci si è accorti che la patente di guida era in realtà falsa. Così le squadre Volanti e Mobile, avendo nel frattempo individuato l'appartamento dove il terzetto si era sistemato (a Silvi Marina, dietro l'Expo), hanno deciso di fare una verifica più approfondita, recandosi la sera a quell'indirizzo.

Donnarumma, appena ha visto che stavano arrivando i poliziotti, ha scavalcato il balcone dell'abitazione per infilarsi in quello di una casa disabitata lì accanto e, soltanto dopo diverse intimazioni da parte degli agenti, si è lasciato cadere sull'asfalto, liberandosi al contempo di una centralina per Audi con tanto di chiave accoppiata, che solitamente viene usata per rubare auto della stessa marca e modello.

Una volta sceso a terra, ha opposto resistenza ai poliziotti. Nel borsello che aveva addosso gli è stata trovata la patente esibita alcune ore prima alla Volante, nonché una carta d'identità falsa che, essendo valida per l'espatrio, comportava per legge l'arresto obbligatorio in flagranza di reato. Sono così scattate le manette per il possesso di quel finto documento d'identità, ma l'uomo è finito nei guai anche per:

  • resistenza a pubblico ufficiale
  • possesso di patente falsa
  • ricettazione di una centralina Audi
  • false generalità date alla Volante durante il controllo a Pescara

Nei paraggi della palazzina è stato poi rinvenuto un involucro contenente altre 3 centraline per auto che probabilmente dovevano essere usate per furti di veicoli. Gli altri due soggetti sono stati lasciati liberi perché non è risultato nulla a loro carico. Tutto il materiale recuperato durante l'operazione è stato sequestrato.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Giardino

    Coltivare una lattuga dai suoi scarti: ecco come fare

  • Arredare

    Divano: come scegliere quello giusto senza errori

  • Arredare

    Bagno cieco: cosa serve per renderlo efficiente

Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento