menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Morte Roberto Straccia, disposta l'archiviazione definitiva del caso

Per il gip del tribunale di Pescara, Gianluca Sarandrea, vi è un'insussistenza di condotte di rilievo penale. Lo studente universitario di 24 anni, originario di Moresco (Fermo), scomparve il 14 dicembre 2011

Archiviazione definitiva per il caso di Roberto Straccia, lo studente universitario di 24 anni, originario di Moresco (Fermo), scomparso da Pescara il 14 dicembre del 2011 e rinvenuto cadavere il 7 gennaio del 2012 nelle acque antistanti il litorale di Bari.

Il gip del tribunale di Pescara, Gianluca Sarandrea, ha disposto l'archiviazione del caso rigettando la richiesta dei legali della famiglia Straccia, che chiedevano un approfondimento delle indagini.

E invece, essendo stata rilevata un'insussistenza di condotte di rilievo penale, secondo il magistrato il percorso giudiziario è da ritenersi concluso.

Nei mesi scorsi Mario Straccia, padre di Roberto, aveva lanciato un appello durante una puntata di "Chi l'ha visto?" chiedendo la riapertura del caso. Inoltre, sempre attraverso la trasmissione tv di Raitre era emerso che il giovane sarebbe stato ucciso erroneamente per uno scambio di persona.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento