Cronaca

Morte Jonny Morelli, clamorosa svolta: l'autobus passò con il rosso

Secondo le indagini svolte dalla Procura di Pescara, l'autobus numero 7C della Gtm contro il quale si schianto Jonny Morelli con la sua moto, era passato con il rosso. Il giovane morì sul colpo, la fidanzata rimase ferita

La verità sulla morte del giovane tatuatore di Cepagatti Jonny Morelli potrebbe essere diversa da quella ipotizzata inizialmente. Il trentenne, infatti, morì sul colpo dopo essersi schiantato con la sua moto (a bordo della quale viaggiava anche la fidanzata 25enne rimasta ferita).

Ora,a più di un anno di distanza da quella tragica sera, in base all'inchiesta condotta dalla Procura di Pescara, si scopre che l'autista dell'autobus 7C della Gtm, ormai fuori servizio e di ritorno da San Silvestro, sarebbe passato con il rosso nei pressi di Piazza Duca, quando ha svoltato verso via Caduta del Forte ed impattato contro la moto di Morelli.

Fondamentali le immagini delle telecamere interne all'abitacolo dell'autista e le analisi sui movimenti semaforici al momento dell'incidente. L'autista verrà accusato di omicidio colposo quando il Pm chiuderà ufficialmente le indagini e chiederà il rinvio a giudizio.

Inizialmente, i rilievi e la ricostruzione dell'incidente fatta dalla Polizia Stradale avevano ipotizzato che Morelli stava percorrendo Corso Vittorio ad alta velocità.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Morte Jonny Morelli, clamorosa svolta: l'autobus passò con il rosso

IlPescara è in caricamento