rotate-mobile
Domenica, 26 Maggio 2024
Montesilvano

Di Costanzo (Pd Montesilvano): "Approvata la mozione per mantenere il nome del nuovo comune "Nuova Pescara""

Lo ha fatto sapere la consigliera comunale Romina Di Costanzo del Partito Democratico di Montesilvano dopo il voto della mozione sulla legge regionale riguardante la fusione fra Pescara, Montesilvano e Spoltore

Il nuovo comune che nascerà con la fusione fra Pescara, Montesilvano e Spoltore dovrà avere la denominazione di "Nuova Pescara". A dirlo il consiglio comunale di Montesilvano che ha approvato all'unanimità la mozione presentata dalla consigliera del Partito Democratico Romina Di Costanzo riguardante la legge regionale Abruzzo 12/2023 sulle disposizioni per la fusione dei tre comuni.

"La fusione dei tre territori rappresenta un'opportunità senza precedenti per la crescita e lo sviluppo delle comunità coinvolte e ben lo hanno capito i cittadini che quel 25 maggio 2014 nel referendum consultivo si sono espressi a favore dell'istituzione di un nuovo comune. Tuttavia è fondamentale che nel rispettare la volontà popolare si ripristini la denominazione Nuova Pescara, come esplicitamente riportato sul quesito referendario, sul quale si sono espressi i cittadini. La recente Legge Regionale Abruzzo 13/2023, nell’abrogare la precedente normativa, ha introdotto la parola "Pescara" anziché "Nuova Pescara",

La corte costituzionale ha ribadito il principio che il cambio di denominazione di un comune richiede il coinvolgimento delle popolazioni interessate. La modifica non può avvenire unilateralmente attraverso una semplice legge regionale, a meno che non si voglia ignorare la volontà popolare. "Nuova Pescara" rappresenta non solo una denominazione, ma anche un simbolo dell'unità e della fusione delle comunità. Essa testimonia il passaggio storico e svolge un ruolo di guida nel processo di integrazione dei territori senza mortificare nessuno dei comuni costituenti."

La Di Costanzo prosegue:

"In questa fase cruciale di fusione territoriale, è essenziale riconoscere l'importanza di forma e sostanza nella definizione del nostro nuovo ente. "La forma è la sostanza "e dunque quello che potrebbe sembrare una questione di mera semantica per alcuni, rivela invece le condizioni fondamentali nelle quali si sta costituendo la nostra nuova realtà. Forzare una denominazione senza tener conto della volontà popolare e delle identità territoriali non solo mina la fiducia nella nuova istituzione, ma ostacola anche il processo di integrazione e collaborazione tra i territori coinvolti. È nostro dovere lavorare insieme per dare forma e sostanza al progetto "Nuova Pescara" in modo che diventi una realtà metropolitana attraente nel panorama del Medio Adriatico. Questo richiede uno spirito di cooperazione e un impegno comune nell'elevare il nostro progetto al di sopra delle divisioni e delle forzature, affinché possa veramente rispecchiare le aspirazioni e le potenzialità delle nostre comunità."

La consigliera ha concluso:

"Esprimo soddisfazione per l'approvazione unanime della mozione oggi in consiglio comunale. Questo voto rappresenta un importante passo avanti verso il ripristino del rispetto della volontà popolare e delle identità territoriali. È un segnale chiaro che il nostro impegno per una "Nuova Pescara" autentica e inclusiva è condiviso da tutti. Continueremo a lavorare con determinazione affinché la nostra comunità possa crescere e prosperare all’interno della nuova realtà urbana."

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Di Costanzo (Pd Montesilvano): "Approvata la mozione per mantenere il nome del nuovo comune "Nuova Pescara""

IlPescara è in caricamento