menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Montesilvano: investe un pedone e poi finge un'aggressione

Un trentenne di Montesilvano è stato denunciato dai Carabinieri con l'accusa di omissione di soccorso e simulazione di reato. L'uomo ha prima investito un pedone dandosi alla fuga, poi ha raccontato ai militari di essere stato aggredito

Un trentenne di Montesilvano è stato denunciato dai Carabinieri per omissione di soccorso e simulazione di reato.

L'uomo ha prima investito, nei pressi del lungomare, un uomo di Isola del Gran Sasso di 62 anni. Preso dal panico, non si è fermato per soccorrerlo ed è subito fuggito a bordo del proprio scooter. Sul posto erano presenti numerosi testimoni, che però non sono riusciti a prendere il numero di targa.

I Carabinieri hanno iniziato le ricerche del veicolo, ma a distanza di poche ore lo stesso pirata della strada si è recato dai militari per denunciare un'ipotetica aggressione da parte degli zingari che gli avrebbero rubato il motorino. Una storia costruita per scaricarsi le responsabilità del ferimento del pedone.

Ma i militari si sono subito insospettiti in quanto la storia raccontata era piena di contraddizioni, ed hanno convinto l'uomo a raccontare la verità, accompagnando anche i Carabinieri nel luogo dove aveva nascosto il motorino.

Ora è stato denunciato a piede libero, mentre il pedone investito ha riportato alcune lesioni e fratture, guaribili in venti giorni.
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento