Cronaca

Licenzia e minaccia con una pistola due dipendenti per motivi sentimentali: denunciato dai carabinieri

L'uomo ha licenziato le dipendenti perchè sosteneva che avessero minato il rapporto sentimentale che stava nascendo fra lui e una terza dipendente

Sono state licenziate in tronco dal titolare di un'agenzia di promoter di contratti per l'energia elettrica, che le accusava di aver rovinato il rapporto sentimentale che stava cercando di costruire con una terza dipendente. Ma il titolare non si è limitato al licenziamento, diverse volte ha insultato e minacciato le due ex dipendenti, arrivando a puntare ad una di esse una pistola e sparando un colpo in ufficio per intimidirle.
L'uomo, un 38enne imprenditore di Montesilvano con ufficio a Pescara, è stato denunciato dai carabinieri per minacce. 

Le due donne, spaventate, dopo aver ricevuto anche messaggi vocali minatori si sono rivolte ai carabinieri di Chieti Scalo che hanno ascoltato il loro racconto e sono stati colpiti dal racconto dell'episodio della pistola, puntata alla tempia di una di loro in ufficio. 

Quando la ragazza aveva fatto notare che sembrava falsa, il 38enne ha aperto la porta dell’ufficio e ha sparato un colpo in aria.  I militari, dopo la denuncia, si sono recati in ufficio e a casa dell'uomo e durante la perquisizione hanno rinvenuto due pistole: una ad aria compressa e l'altra simile ad una calibro 9 di tipo scacciacani. Entrambe sprovviste del tappo rosso.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Licenzia e minaccia con una pistola due dipendenti per motivi sentimentali: denunciato dai carabinieri

IlPescara è in caricamento