Cronaca

Incendio nel Pescarese, chiesto lo stato di emergenza

Il Parco nazionale della Maiella brucia da 7 giorni, e sono già andati in fumo 100 ettari. Domato, invece, l'incendio di sterpaglie che ha interessato un'area a Castiglione a Casauria

Ha raggiunto un'estensione di cento ettari l'incendio che ormai da una settimana sta interessando il Parco nazionale della Maiella, nel versante pescarese tra Lettomanoppello e Serramonacesca, sotto Passolanciano. In fumo area naturale, pascoli arborati e pineta. Il rogo, divampato domenica scorsa, nonostante l'impegno senza sosta dei soccorritori non è stato ancora completamente spento. La bonifica dell’area sta continuando in queste ore.

Ci sono ancora alcuni fumaioli che i pompieri stanno monitorando per evitare che, con l’aumentare del vento, le fiamme possano espandersi nuovamente. Il sindaco di Lettomanoppello, Simone Romano D'Alfonso, ha chiesto lo stato di emergenza, e oggi pomeriggio verrà riunito il comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica.

Durante il weekend appena trascorso, nella zona hanno operato tre canadair e due elicotteri, oltre al personale via terra. In azione vigili del fuoco, carabinieri forestali, protezione civile, esercito e tecnici del Parco. Domato, invece, l'incendio di sterpaglie che ha interessato un'area di circa 50 ettari nelle vicine campagne di Castiglione a Casauria. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incendio nel Pescarese, chiesto lo stato di emergenza

IlPescara è in caricamento