rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Cronaca

Una donna sospettata per i falsi pacchi bomba a Pescara, eseguite perquisizioni

Come riferisce l'agenzia Dire, alcuni elementi portano a una persona che in passato è stata indagata in un procedimento coordinato dalla pm Rosangela Di Stefano alla quale sono state indirizzate le buste sospette

Una donna è sospettata per i 5 falsi pacchi bomba rinvenuti a Pescara questa mattina, mercoledì 9 settembre.
Come riferisce l'agenzia Dire, alcuni elementi portano a una persona che in passato è stata indagata in un procedimento coordinato dalla pm Rosangela Di Stefano alla quale sono state indirizzate le buste sospette.

È questa la pista principale su cui stanno indagando i carabinieri del Reparto operativo e la Squadra Mobile di Pescara.

Una delle buste era stata piazzata proprio davanti al portone d'ingresso della palazzina in cui la pm risiede: la prima delle cinque è stata fatta brillare dagli artificieri alle 8:40 e al cui interno sono stati poi trovati solo fili elettrici e plastilina. Al vaglio degli inquirenti anche le immagini delle telecamere, in cui si vede una persona vestita di nero, con occhiali e sul volto la mascherina. Raccolte anche le testimonianze e effettuate alcune perquisizioni a carico di una donna (abitazione e ufficio).

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Una donna sospettata per i falsi pacchi bomba a Pescara, eseguite perquisizioni

IlPescara è in caricamento