rotate-mobile
Lunedì, 29 Novembre 2021
Cronaca

Dragaggio, marineria preoccupata per il "rettangolo rosso"

Ancora grattacapi per la marineria di Pescara. In attesa del completamento dei primi lavori di dragaggio, ora i pescatori chiedono la liberazione del cosiddetto "rettangolo rosso" dove non si è potuto ancora dragare

I pescatori chiedono la liberazione della banchina nord per consentire alle barche della marineria di fare rifornimento, e soprattutto di avviare lo scavo nel cosiddetto "rettangolo rosso", una zona del porto dove non si è potuto ancora dragare in quanto i fanghi da smaltire sono più complicati da trattare.

Un rettangolo che rischia di complicare ulteriormente la vita della marineria, con punti del fondale profondi meno di un metro. Qui, chiedono i pescatori con Mimmo Grosso, gli scavi devono iniziare subito per aprire un varco per le barche. Lo scavo però potrà iniziare solo quando sarà finito quello lungo la banchina nord, e quando la banchina sud verrà liberata.

Inoltre, la marineria ha chiesto di sospendere il fermo biologico di luglio ed agosto, per consentire agli operatori di pescare anche in quei mesi.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dragaggio, marineria preoccupata per il "rettangolo rosso"

IlPescara è in caricamento