Cronaca

Colletta alimentare: a Pescara raccolte 53,8 tonnellate

Anche quest'anno la Giornata è stata un successo. Va però detto che, rispetto al 2011, si è registrata una flessione del 5,6%. Colpa, molto probabilmente, della crisi, che porta i consumatori a ridurre gli acquisti

53,8 tonnellate di prodotti. E' quanto è stato raccolto ieri, a Pescara e provincia, nel corso della Giornata Nazionale della Colletta Alimentare. Complessivamente, in Abruzzo sono state donate 200 tonnellate di alimenti, raccolti da oltre 3mila volontari in circa 200 punti vendita di tutta la regione.

Nel 2011 le tonnellate raccolte erano state 212 e, pertanto, quest’anno si è registrata una flessione del 5,6%. Colpa, molto probabilmente, della crisi, non certo di un'improvvisa mancanza di solidarietà da parte degli abruzzesi. A Teramo sono state invece raccolte 58,63 tonnellate, mentre a Chieti 56,7 e a L’Aquila 30,81.

"Ringraziamo di cuore tutti - ha dichiarato Luigi Nigliato, presidente del Banco Alimentare dell’Abruzzo - Volontari, donatori e coloro che hanno partecipato con la solita grande passione e dedizione, vedendo nella Colletta una possibilità di continuare a costruire e condividere il bisogno di chi vive nella difficoltà, soprattutto in un momento difficile come quello attuale”.

Nei prossimi giorni inizierà la distribuzione dei prodotti agli oltre 33.685 poveri dell’Abruzzo assistiti dal Banco Alimentare mediante 195 enti convenzionati.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Colletta alimentare: a Pescara raccolte 53,8 tonnellate

IlPescara è in caricamento